Inquilino moroso reagisce con violenza, prendendo in ostaggio l’ufficiale giudiziario e tutte le altre persone intervenute. Cinque vittime. L’uomo si è tolto la vita

il dramma a Karlsruhe

Ha fatto una strage per evitare di essere sfrattato da casa. E’ accaduto a Karlsruhe nel Baden Wuerttenberg, nel sudovest della Germania.

Un inquilino moroso ha reagito violentemente all’arrivo dell’ufficiale giudiziario prima aprendo il fuoco, poi prendendo in ostaggio le persone che avevano suonato alla sua porta (oltre allo stesso ufficiale giudiziario, il fabbro che era stato chiamato per forzare la porta di ingresso dell’appartamento, il portiere e una donna ancora non identificata).

A dare l’allarme, intorno alle 9, sono stati i vicini di casa che hanno sentito gli spari. Immediatamente sono arrivati gli uomini delle forze speciali che hanno transennato l’area. Per diverse ore non si è avuta nessuna novità: la polizia, pur avendo creato un team di negoziatori, non è riuscita ad avviare alcun contatto con l’uomo, che in casa deteneva legalmente armi per andare a caccia.

Poi, intorno a mezzogiorno, la tragica escalation. La polizia ha preso d’assalto l’appartamento dopo che si era sentito odore di bruciato e ha fatto una macabra scoperta: in casa c’erano cinque cadaveri, quelli dei quattro ostaggi e del sequestratore.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xrykqz_finisce-con-5-morti-uno-sfratto-in-germania_news?search_algo=1[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti