L’attrice fa outing: “è capitato di andare a letto con una lei. Non sono affatto lesbica, ma nemmeno contraria”

Cameron Diaz

Chi l’avrebbe mai detto che Cameron Diaz celava qualche segreto “torbido” sulla sua sessualità.

“Ho sempre ammesso la mia fissazione, il sesso fa bene alla salute e solleva lo spirito. E quando sei in crisi, farlo più volte al giorno aiuta di più che ricorrere a droghe, alcol e medicine. Io sono sempre in giro, da un set all’altro. Non sai quante volte ho preso l’aereo dopo una giornata di lavoro intenso solo per andare dal mio partner». Così la Diaz si racconta a Max.

Poi parla del nuovo fim e dei colleghi di set: «Sto girando The Counselor con Michael Fassbender, Brad Pitt e Javier Bardem. Non ci fosse Penèlope Cruz sarei sola con “Mr. Mazza da golf” (come descritto da George Clooney agli ultimi Oscar), con “Mr. Wonderful” e “Mr. Biiiuuutiful”. Ah, se i muri potessero parlare!».

Poi c’è il capitolo Cameron e le donne: «È capitato, qui lo ammetto e qui lo nego. Dopotutto siamo nel 2012! I love sex, sempre e anche da sola. Non sono lesbica, ma nemmeno contraria. La mia donna ideale deve essere bella ma anche intelligente. Come Heidi Klum, Katie Holmes o Julianne Moore».

Invecchiare per lei significa crescere: «Mi sento molto meglio di quando avevo 20 anni, perché so che cosa voglio, perché conosco i miei bisogni e inizio a capire i benefici della saggezza. Invecchiare mi rende più cosciente, non solo da un punto di vista fisico, ma anche mentale».

La bellezza: «Non sono ossessionata dalla mia immagine, faccio molto sport e palestra perché fa bene alla salute e amo l’adrenalina in maniera maniacale».

Figli sì, matrimonio no: «Amo i bambini, ma preferirei averli con un uomo al mio fianco. In fondo sono una persona romantica, e Hollywood è ammaliatrice e puttana allo stesso tempo. In ogni caso non credo nel matrimonio: per avere una relazione seria non abbiamo bisogno di seguire tradizioni antiquate».

© Riproduzione Riservata

Commenti