Il consigliere provinciale Pippo Lombardo (Sicilia Vera), in merito alla situazione di Taormina Arte, ha chiesto stamani l’intervento del Prefetto di Messina, dott. Francesco Alecci.

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota.

“Continua da parte del Presidente Ricevuto – spiega Lombardo – l’ostruzionismo sulla verifica della gestione del Comitato Taormina Arte. Stamani, visto che sono trascorsi oltre trenta giorni dalla presentazione della richiesta per avere copia del verbale del comitato del 16/04/2012 n° 4 e copia del contratto – convenzione del 29/05/2012 stipulato con la Agnus dei Production s.r.l, senza che mi siano state rilasciate, nonostante le copie siano pronte sul tavolo del capo di Gabinetto del Presidente, dott. Antonino Carbonaro, ho informato della vicenda Sua Eccellenza il Prefetto di Messina”.

“Sulla gestione del Taormina Film Fest, del quale non è stato possibile verificare quanto è stato impegnato dal Comitato e quanto invece è stato finanziato dalla Agnus Dei Production s.r.l, a causa del muro di gomma alzato dal segretario generale del comitato, avv. Antonino Panzera, prima, e adesso dal presidente Ricevuto, che ha anche richiesto un parere legale al collegio di difesa della Provincia, per verificare la legittimità della mia richiesta. Evidentemente, chiedere copia degli atti amministrativi del Comitato, da fastidio a qualcuno, pertanto, nella nota che ho inviato al Prefetto di Messina, ho chiesto di verificare quanto sta mettendo in atto il presidente della Provincia Ricevuto sulla procedura di mancato rilascio degli atti richiesti e se vi siano profili di natura penale sull’azione condotta in sinergia con il Segretario Generale del Comitato, visto che lo stesso ha fatto le copie degli atti e invece di rilasciarli direttamente al sottoscritto li ha trasmessi al Presidente della provincia, che ha immediatamente fatto alzare il muro di gomma”.

“Considero questo ostruzionismo, privo di fondamento – conclude Lombardo -, considerato che le copie di tutti i contratti relativi alla gestione degli anni passati, sia della sezione Cinema, sia per della sezione Musica e Danza e sia della sezione Teatro, mi sono stati, previa richiesta formale, regolarmente rilasciate dall’avv. Antonino Panzera. Evidentemente quest’anno c’è qualcosa che non si può o non si deve vedere”.

© Riproduzione Riservata

Commenti