A Kiev stasera finalissima degli Europei. Prandelli: “loro sono i migliori al mondo ma daremo tutto per batterli”

Cesare Prandelli

È arrivato il grande giorno della finale. A Kiev alle 20.45 Italia e Spagna si giocano gli Europei in una serata che si preannuncia ricca di emozioni.

Praticamente definita la formazione che manderà in campo Cesare Prandelli, con una sola novità rispetto all’undici che ha battuto la Germania: a destra in difesa gioca Abate e resta in panchina Balzaretti.

La formazione che scenderà in campo sarà questa: (4-3-1-2) Buffon fra i pali; Abate, Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa; Marchisio, Pirlo, De Rossi e Montolivo a centrocampo; Balotelli e Cassano in attacco.

“Troveremo la solita Spagna, tutto palleggio, aggressività – afferma Prandelli alla vigilia della gara -, e d’altronde è la squadra che ha subito meno gol in assoluto. Loro sono i numeri uno al mondo. Il fatto di avero e non la punta centrale cambia poco. Loro hanno inventato il concetto di profondità alle spalle dei difensori: è il loro slogan. Per questo servirà molta attenzione. La nostra strategia sarà quella di cercare la superiorità in certe zone del campo, anche se non abbiamo la presunzione di dire che faremo noi la partita per 90”.

“Abbiamo preparata una semifinale sul video, non avendo tempo. Lo stesso abbiamo fatto con la Spagna: non possiamo simulare niente sul campo, non avendo tempo”.

“Balotelli sinora si è comportato come ogni campione che per vincere sa che deve fare sacrifici. Deve accettare la responsabilità come priorità. Dopo la Croazia gli abbiamo chiesto di fare certe cose, e lui le ha fatte. Adesso lavora da punta centrale».

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=81_KUr1vQUM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti