Il presidente della Regione si prepara al bivio: a fine luglio le dimissioni. Lo attende il processo a Catania

Raffaele Lombardo

Il 28 luglio dovrebbe dimettersi e già prepara la sua battaglia giudiziaria per evitare lo stesso destino del predecessore Cuffaro. Raffaele Lombardo si avvicina al bivio.

“Un processo rapido e una sentenza, con il rito abbreviato, condizionato a una serie di acquisizioni probatorie”, parla così il governatore che vuole chiudere in fretta la sua vicenda giudiziaria e subito dopo le dimissioni da Presidente della Regione potrà, “dedicarsi al meglio al processo di Catania e dimostrare la mia innocenza dall’imputazione coatta di concorso esterno in associazione mafiosa”.

“La mia vicenda giudiziaria – aggiunge Lombardo – presenta delle anomalie”. Infine l’intenzione di lasciare la politica e dedicarsi al suo agrumeto: intenzione confermata ma con qualche precisazione perchè Lombardo ha pure altri progetti, magari scrivere un libro

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Jvlo7_1s2yo[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti