Paura nei paesi catanesi: la scorsa notte la terra ha tremato. Uno sciame sismico che torna a far temere

sciame sismico in Sicilia

Cinque scosse di terremoto nella notte appena trascorsa sull’Etna. Paura fra la popolazione. In particolare due forti scosse sono state avvertite distintamente in numerosi paesi del versante Nord-Est del Vulcano e dell’hinterland di Catania.

La scossa più forte di magnitudo 3.2 gradi su scala Richter è stata registrata alle 23.58 con un ipocentro localizzato dalla rete sismica nazionale dell’Ingv a una profondità di 6,2 chilometri.

Subito dopo la mezzanotte, e sempre nel distretto sismico denominato ‘Etna’, altre tre repliche in meno di mezz’ora. La più intensa, la terza, è stata registrata alle 00.38 ed è stata di magnitudo 3.1, con ipocentro localizzato a 5,7 chilometri di profondità. Le altre due scosse , alle 00.11 alle 00.35, sono state rispettivamente di magnitudo 2.9 e 2.2. Il quinto e ultimo evento sismico è stato registrato alle 4.42 e ha avuto una magnitudo di 2.8.

Le località più prossime agli epicentri, localizzati tutti in provincia di Catania, sono Giarre, Milo, Sant’Alfio, Santa Venerina, Zafferana Etnea, Mascali, Riposto, e Piedimonte Etneo. Non si segnalano, al momento, danni a persone o cose.

Lo sciame sismico sull’Etna preoccupa i siciliani, anche alla luce delle recenti polemiche tra esperti in merito alle ipotesi di un forte terremoto che potrebbe interessare l’isola. L’evento segue la sequenza di scosse registrata nel Siracusano dove nelle ultime 24 ore sono state rilevate ben 15 scosse. La più forte due notti fa, di 3.7 gradi, vicino Canicattini Bagni.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=47jowLjfcRs&list=UU-bmMRSCFUgOmo7Jy_-2osg&index=4&feature=plpp_video[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti