Justin Timberlake protagonista. Ma la produzione chiama anche David Hasselhoff e Pamela Anderson

il cast della serie tv Baywatch

Baywatch, il telefilm cult, approderà al cinema e come protagonista avrà Justin Timberlake.

La Paramount, che produrrà la pellicola, ha scelto di puntare sul giovane attore, uno dei più quotati in questo momento a Hollywood.

Timberlake sta per imbracciare il salvagente rosso al braccio pronto a tuffarsi in mare come il mitico personaggio di Mitch interpretato a lungo da David Hassellhoff. Sarà molto curioso capire la reazione del grande pubblico, spesso restio ad innamorarsi di un film che nasce sulle “ceneri” del grande successo di una serie televisiva.

 A quanto sembra, il progetto avrebbe comunque un copione un po’ diverso dalla serie cult andata in onda negli anni ’90 e dovrebbe raccontare la storia di un ex nuotatore olimpionico caduto in disgrazia, che prova ad entrare nella squadra di bagnini.

Una parte nuova e completamente diversa dai ruoli interpretati dal cantante-attore lanciato al cinema da The Social Network e ora conteso tra i registi. Lo sceneggiatore Peter Tolan ha già detto che vorrebbe Hasselhoff e Pamela Anderson per due ruoli, anche solo due cammei, ma la playmate numerose volte si è detta contraria a un film sulla serie.

Di Baywatch era stato fatto anche un film tv, ma senza avere troppo successo. Timberlake potrebbe invece attirare le nuove generazioni che non hanno mai visto Pamelona e gli altri con il costume rosso e fargli scoprire l’universo dei guardaspiaggia che per anni ha appassionato tanti fan.

L’occasione sarà propizia per un nuovo incontro tra Hasselhoff e la Anderson. L’attore, di recente, ha rivelato che “l’unico rimpianto della sua vita” è quello di non averci provato con la prorompente bagnina.

“Aveva troppi uomini che le ronzavano intorno. Si, avrei voluto che lo sapesse che mi piaceva”, confessa ora l’attore, ex protagonista anche di “Supercar”.

[dailymotion]http://dailymotion.com/video/xe09b6_baywatch-intro_shortfilms[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti