“No” alla riduzione del numero di parlamentari. Lega Nord riesce a far slittare l’articolo sul numero dei seggi

Renato Schifani, presidente del Senato

L’aula del Senato ha approvato con 154 voti a favore (la vecchia maggioranza di Pdl e Lega) e 128 contrari, la proposta del presidente dei senatori leghisti, Federico Bricolo, di accantonare l’articolo 1 delle riforme costituzionali che prevede la riduzione del numero dei deputati per passare direttamente al voto sul Senato federale.

“Questa proposta – ha spiegato il presidente del Senato, Renato Schifani – non può essere interpretata col fatto che non si torni all’articolo 1, al cui interno è prevista la riduzione dei parlamentari. Si tratterebbe esclusivamente di un accantonamento tecnico e non di merito”.

“Rinviare la votazione sulla riduzione del numero dei parlamentari è una decisione gravissima ed è un peccato che considerazioni di bieca politichetta entrino nel dibattito sulla modifica della nostra Carta Costituzionale” ha detto il vicepresidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda.

© Riproduzione Riservata

Commenti