Quattro anni fa un ordigno a Torre Santa Susanna contro Cosimo Parato, “colpevole” di averlo truffato

Giovanni Vantaggiato

Giovanni Vantaggiato, il 68enne reo confesso dell’attentato di Brindisi che uccise la 16enne Melissa Bassi, avrebbe ammesso le proprie responsabilità per un altro attentato, quello compiuto nel febbraio del 2008 a Torre Santa Susanna ai danni di Cosimo Parato, da lui accusato di averlo truffato.

Lo ha detto l’avvocato Franco Orlando, dopo l’interrogatorio in carcere.

Vantaggiato avrebbe inoltre fornito altri dettagli sulle modalità di esecuzione della strage di Brindisi, ribadendo di aver agito da solo per mettere in atto una azione «dimostrativa».

Dopo l’audizione con i pm Guglielmo Cataldi (Dda Lecce) e Milto De Nozza (Procura Brindisi), Vantaggiato ha incontrato in carcere il criminologo Francesco Bruno e la psicoterapeuta Maria Pia De Giovanni, entrambi consulenti nominati dalla difesa.

© Riproduzione Riservata

Commenti