“Pioggia” di corpi celesti investì il nostro pianeta 12mila anni fa: adesso gli scienziati hanno trovato le prove

meteoriti contro la Terra

Non ci sono più dubbi, gli scienziati hanno trovato “prove convincenti” dell’esistenza di una tempesta di meteoriti ha colpito la Terra più di 12.000 anni fa, ed è probabile che sia stata proprio tale pioggia a causare l’estinzione degli animali preistorici, tra cui giganti mammut.

I ricercatori ritengono che l’enorme impatto cosmico ha causato distruzioni su vasta scala. Il team internazionale ha trovato una sostanza conosciuta come vetro fuso, che si forma a temperature tra i 1.700 e i 2.200 gradi Celsius e può derivare da un “corpo cosmico”.

Il materiale è stato trovato in un sottile strato di roccia in Pennsylvania e in South Carolina, negli Stati Uniti, e anche in Siria. I test hanno confermato che il materiale non era di origine vulcanica o di origine umana. “Le temperature estreme richieste sono uguali a quelli di una bomba atomica, sufficientemente alta per fare fondere la sabbia e far bollire l’acqua”, ha detto James Kennett, professore di Scienze della Terra all’Università della California di Santa Barbara.

Il professor Kennett ha aggiunto che il sito archeologico in Siria, dove è stato trovato il materiale (Abu Hureyra, nella valle dell’Eufrate) è uno dei pochi siti di questo tipo che registrano il passaggio di cacciatori e agricoltori che vivono in villaggi permanenti. “Gli archeologi e gli antropologi considerano questa zona il luogo di nascita dell’agricoltura, che si è verificato 12900 anni fa”,’ha detto il professor Kennett.

“La presenza di uno strato di carbone spesso in Siria indica un grande incendio associato alla fusione di vetro. L’evidenza suggerisce che gli effetti su tale insediamento e dei suoi abitanti sia stata molto grave”. Lo studio è stato pubblicato oggi negli Atti della National Academy of Sciences.

© Riproduzione Riservata

Commenti