Mascara rivela: “ieri ho parlato col Pocho, lui non ha ancora firmato”. L’argentino è “pensieroso” tra i milioni, il pressing di Yanina e il distacco da una città che lo ha fatto grande. Il popolo azzurro non si opporrà all’addio

Ezequiel Lavezzi

Chiariamolo subito, a scanso di illusioni: Lavezzi andrà al Psg e non ci sono più dubbi. Ma in queste ore qualcosa sta succedendo, se non altro per prolungare di qualche altra puntata la “telenovela” che si concluderà con il trasferimento del Pocho a Parigi.

L’ex calciatore del Napoli, Beppe Mascara, è intervenuto a Radio Gol, sulle frequenze di Radio Kiss Kiss, svelando che Lavezzi non avrebbe ancora firmato il contratto. E dietro lo slittamento ci sarebbe, insomma, un tentennamento in extremis.

“Il Pocho via da Napoli? L’ho sentito ieri mi ha detto che è tranquillo e non ha ancora firmato niente. Per me ci sono ancora possibilità che il Pocho rimanga. Lui non ha ancora firmato. Se dovesse andare a Parigi non è per un fatto di piazza perché Napoli e la capitale francese sono piazze che si equivalgono”.

L’affare tra De Laurentiis e il Psg è praticamente fatto: 31 milioni al Napoli, e 5 milioni a stagione al giocatore.

Il matrimonio tra il Pocho e il Paris Saint-Germain manca solo di una firma e l’annuncio. Ma lui non è già a Parigi per le visite mediche: si trova in Messico, con il figlio, per godersi gli ultimi giorni di vacanza.

Ma Lavezzi si è affrettato a smentire via Twitter le dichiarazioni del fratello, secondo il quale “Ezequeil soffriva la pressione dei tifosi ed il fatto di sentirsi come in prigione”. Una prigione d’oro che in verità è la stessa che lo ha fatto diventare idolo e calciatore importante quando cinque anni fa arrivò semi-sconosciuto in Italia.

Il resto di una storia, anzi dell’addio, ha un nome e cognome: Yanina Screpante, la fidanzata che ha spinto il giocatore in questi mesi alla decisione di lasciare Napoli per un’altra città più mondana e meno “pallonara” (sarà Parigi ma poteva essere Milano o Londra…).

Lavezzi sta ancora pensando e ripensando, anche se se che il dado è ormai tratto. E non si può tornare indietro, perchè proprio i tifosi hanno scelto di voltare pagina: il futuro si chiama Insigne o magari Jovetic, Lavezzi è già il passato.

Stavolta niente “lacrime napoletane”. L’addio rimarrà la notte trionfale di Roma. Indietro non si torna. Adieu monsieur Lavezzi…

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=8M0iAC1I2rY[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti