Fantantonio commenta le dichiarazioni di Cecchi Paone: “gay in Nazionale? Meglio non dire cosa penso sennò poi mi attaccano tutti. Io spero proprio che non ce ne siano”

Antonio Cassano

Antonio Cassano dominatore assoluto della scena a Casa Azzurri, a due giorni dalla prova della verità contro la Croazia.

Arriva in ritardo di 25 minuti per un nubifragio che si è abbattuto su Cracovia, quasi a rimarcare l’eccezionalità della giornata. Poi lo show. La prima dichiarazione è una replica chiara e senza mezzi termini alle discusse affermazioni di Cecchi Paone – secondo il quale in Nazionale ci sarebbero due gay, un bisex e tre metrosexual: “Froci in squadra? Speriamo di non averli”.

Prandelli l’aveva pre-allertato (“mi aveva detto che mi avreste fatto questa domanda”) e ciò nonostante, Cassano si è espresso senza frasi di circostanza: “Cecchi Paone ha detto che ci sono gay e “mezzo-sessi”? Se lo dice lui che è stato in nazionale.. Speriamo che di froci non ce ne siano, se la vedessero loro”.

Poi ben altri discorsi. “Il problema al cuore? Me la sono fatta addosso, di brutto. Adesso riesco a parlarne, ho ricevuto una grazia anche se non sono credente”. Infine la bomba di mercato, che è un siluro diretto al suo club: “”Dar via Thiago Silva è dura, dura, dura. Impossibile da sostituire. Senza Thiago possiamo lottare al massimo per un posto in Champions, scordiamoci scudetto o Coppa dei Campioni. È il 50% delle nostra squadra. Restare al Milan? Non so se rimango o vado via. Ibra non lo sento da un mese ma se si arrabbia gli dò ragione per la cessione di Thiago”.

Ci sarebbe da trattare anche la Croazia ma nel diluvio cassaniano l’argomento viene relegato a poche battute: “Il punto di forza è Modric. Bisogna cercare di vincere e chiudere il discorso di qualificazione”.

Ma su Balotelli si sofferma: “Si parla solo di Mario. Secondo alcuni dovrei fargli persino da tutor. Io da tutor? Immaginate come siamo messi». Sul feeling ancora da trovare con il compagno di reparto dà la sua spiegazione: «Non abbiamo mai giocato insieme se non per due partite. Si può solo che migliorare”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=aA8R9Qds4UE[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti