Beppe Grillo scrive una lettera al Financial Times: “niente paragoni con il Duce, non faccio populismo”

Beppe Grillo

Il Financial Times dedica un articolo a Beppe Grillo, ma al diretto interessato non è piaciuto un passaggio in cui, a suo avviso, viene esplicitamente paragonato a Mussolini. Per questo motivo Grillo ha scritto una lettera al quotidiano.

“Sono stato paragonato a Benito Mussolini, un dittatore. Per me, questo è un oltraggio. Il Movimento 5 Stelle – prosegue Grillo- è stato accusato di essere ‘Populismo 2.0′. E’ esattamente l’opposto. In Italia, i partiti politici hanno occupato ogni spazio nell’industria, nelle banche, nei media, ecc. Non viviamo più in una democrazia, ma in una partitocrazia”.

Nella lettera Grillo scrive che il Movimento 5 stelle, “al contrario degli altri partiti, ha rifiutato ogni finanziamento pubblico” e non nasconde che attualmente “è accreditato del 20 per cento dei voti” e quindi “a soli due anni e mezzo dalla sua costituzione” è, nei sondaggi, “la seconda forza politica in Italia”.

L’obiettivo è “quello di consentire una maggiore partecipazione dei cittadini, senza l’intermediazione dei partiti” alla vita pubblica “raggiungendo così l’obiettivo di una democrazia reale”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cDcbnj1hrtk[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti