L’opera firmata da Enrico Castiglione in scena 8 e 10 luglio al Teatro Antico nell’ambito del Bellini Festival. Diretta in mondivisione in  700 sale cinematografiche

Daniela Dessì

L’atteso appuntamento con Norma inaugurerà a luglio il Bellini Festival 2012, con la diretta in mondovisione dal Teatro Antico di Taormina in oltre 700 sale cinematografiche sparse in tutto il mondo occidentale, grazie alla collaborazione stretta con la Rai, Emerging Pictures e Microcinema.

L’opera sarà firmata dal regista e scenografo romano, di origini siciliane, Enrico Castiglione, che ha presentato nelle scorse ore a Catania il capolavoro di Puccini in scena l’8 e 10 luglio a Taormina.   

La proiezione internazionale è la peculiarità del Bellini Festival fondato in Sicilia nel 2009 da Castiglione. La dimensione multinazionale è anzi una costante che caratterizza la veicolazione dell’arte perseguita dal regista nella sua carriera: creare una performance che sia condivisa nel tempo e nello spazio da milioni di spettatori, catturare un’emozione che non si fermi all’attimo fuggente dell’esecuzione dal vivo, ma si perpetui nei supporti e attraverso gli strumenti offerti dall’alta tecnologia, modellandosi su di essi e per essi.

Ogni suo nuovo allestimento diventa prodotto televisivo in alta definizione, diventa film nelle sale cinematografiche, diventa dvd e blu-ray distribuiti in tutto il mondo, diventa veicolo di diffusione popolare, come si addice ad una produzione artistica modernamente intesa e globalmente immersa nel tempo in cui viviamo, grazie proprio all’uso delle più moderne tecnologie.

La seconda opera in programma è la rarissima Zaira, in scena a settembre al Teatro Greco-Romano di Catania, che sarà anch’essa ripresa dalla Rai e inserita nei palinsesti di Rai5. Una scelta vincente che premia allestimenti già prenotati a scatola chiusa su scala mondiale, in forza del collaudato nome del maestro Enrico Castiglione: già lo scorso anno, sempre dal Teatro Antico, è stata trasmessa in mondovisione nei cinema la sua regia del Nabucco di Verdi.

Internazionali sono altresì i cast che animano le produzioni operistiche e l’intero programma del Bellini Festival, arricchito di concerti di gala, musica sacra, recital, mostre, il concorso di belcanto. Protagonisti star mondiali come Daniela Dessì, June Anderson, Gregory Kunde, Manuela Custer, Stefania Bonfadelli, Pretty Yende, i direttori d’orchestra Giuliano Carella, Eve Queler, Steven Mercurio, il violinista Uto Ughi, l’Orchestra da Camera dei Wiener Philharmoniker, l’Orchestra da Camera dei Salzburger Solisten, l’Orchestra da Camera e Sinfonica del Bellini Opera Festival. E di rilevante statura sono del pari gli studiosi che interverranno ai vari approfondimenti per portare rinnovati contributi agli studi belliniani, accessibili al pubblico e non più solo per pochi addetti ai lavori.

Giunto alla quarta edizione, il Bellini Festival rinnova la sinergia originaria con la Provincia Regionale di Catania, confermata dal presidente Giuseppe Castiglione nel corso della conferenza stampa di presentazione, svoltasi oggi sabato 9 giugno nella sede istituzionale di Palazzo Minoriti : «Vincenzo Bellini – sottolinea il presidente Giuseppe Castiglione – è il primo ambasciatore nel mondo della cultura etnea. Troppo spesso e con troppa retorica si afferma che è doveroso rendere omaggio al genius loci. Preferisco una più veritiera e costruttiva prospettiva: Bellini, nome tra i più luminosi della storia della musica, brilla da oltre due secoli di luce propria, non ha certo bisogno di essere riscoperto, si rappresenta tutti i giorni in tutto il mondo. Siamo noi catanesi, noi siciliani, noi italiani che abbiamo ‘bisogno’ di lui».

E, come detto, sarà proprio Norma ad inaugurare il Bellini Festival 2012: un nuovo allestimento con la regia e le scene di Castiglione, che apre al contempo la stagione estiva al Teatro Antico di Taormina. Due le rappresentazioni, domenica 8 e martedì 10 luglio, data in cui lo spettacolo verrà trasmesso dalla Rai in diretta mondovisione via satellite nelle sale cinematografiche sparse in tutto il mondo.

L’opera di Vincenzo Bellini segna il ritorno di Castiglione nella classica cavea taorminese, dove negli ultimi cinque anni hanno riscosso grande successo le messinscene operistiche da lui firmate insieme alla costumista Sonia Cammarata, con la quale forma ormai una rinomata coppia teatrale. Produzioni kolossal come Medea, Tosca, Turandot, Aida, Nabucco, trasmesse dalla Rai e tutt’ora in programmazione sulle principali emittenti internazionali con la regia televisiva in alta definizione dello stesso Enrico Castiglione.

Il Coro Lirico Siciliano e l’Orchestra Sinfonica del Bellini Opera Festival saranno guidati da un direttore del calibro di Giuliano Carella. Cast di rilievo con star della lirica mondiale: Daniela Dessì (Norma), Gregory Kunde (Pollione), Dario Russo (Oroveso), Geraldine Chauvet (Adalgisa), Massimiliano Chiarolla (Flavio), Maria Motta (Clotilde).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mZM5k0IeSF8[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti