Dopo il “no” di Gerry Scotti, il Cavaliere pensa ora a sette gruppi con Santanchè, Bertolaso, Brambilla e…  

Guido Bertolaso

Il Cavaliere non si rassegna alla dipartita politica ed elettorale. Il Pdl si fa in 7: Silvio Berlusconi vorrebbe ”spacchettarlo” in 7 liste civiche.

Alle prossime elezioni potremmo quindi trovare nella scheda una lista Santanchè, una Sgarbi, una Brambilla e chi più ne ha più ne metta…

Ce n’è per tutti insomma: tra le sette liste ce anche quella per gli under 45 e altre due per gli ex deputati, sia quelli di Forza Italia che quelli di An. I nomi che spuntano a capo delle liste sono quelli di Daniela Santanché, Vittorio Sgarbi, l’ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso e Michela Vittoria Brambilla…

Fallito il tentativo di far entrare in politica Gerry Scotti e consegnargli addirittura il partito (con tanti saluti ad Angelino Alfano…),l’intenzione di Berlusconi sarebbe quella di dare una “ripulita” – perlomeno di facciata – al partito e puntare su facce “nuove” anche se lui, durante l’Ufficio di Presidenza, smentisce dicendo: “Non penso a un nuovo partito”.

Ecco allora come si presenterebbe Berlusconi e il suo nuovo Pdl alle elezioni:

1. Una lista di destra senza compromessi, capitanata da Daniela Santanché.

2. Una lista “rivoluzionaria” guidata da Vittorio Sgarbi.

3. Una lista per Guido Bertolaso, ex Protezione civile.

4. Lista per gli animalisti, con cani e gatti nel simbolo, con a capo Michela Vittoria Brambilla.

5. Una lista di “under 45“.

6. Una lista riservata agli ex An.

7. Una lista per gli ex Fi.

© Riproduzione Riservata

Commenti