Al Liceo di Manhattan gli studenti danno vita ad un Poetry Club”: recitate 50 poesie di loro composizione

un momento di lettura delle poesie a lume di candela

Un’interessante ed originale iniziativa del dipartimento di letteratura inglese de La Scuola d’Italia di Manhattan.

Sei studenti di seconda e terza Liceo Scientifico, su iniziativa della professoressa Mary Giaimo, hanno dato vita per la prima volta nella storia de La Scuola ad un “Poetry Club” (Il club dei poeti) e dopo sei mesi di lavoro creativo hanno messo in scena la loro prima lettura alla presenza degli altri studenti, alcuni professori, la preside e genitori.

In poco piú di un’ora, gli studenti hanno recitato circa 50 poesie di loro composizione, raggruppate in base ai temi offerti dallo studio di poeti famosi della letteratura anglosassone. La maggior parte di queste poesie non é stata composta in rima, anzi quest’ultima tecnica, molto diffusa nella poesia delle letterature romanze, non é molto apprezzata in America perché considerata “troppo ritmica”. Ció nonostante, molte delle poesie degli studenti si sono distinte per l’alto valore creativo e poetico.

Per rendere piú suggestivo l’ambiente, la palestra/teatro del Liceo é stata arredata con tavoli e sedie a lume di candela come se fosse un caffé letterario, mentre sul grande schermo venivano proiettate immagini di poeti illustri.

La Scuola d’Italia é l’unica istituzione scolastica nel nord America che comprende asilo ed elementari (nel campus di Madison e 96 Street), medie e Liceo (in quello sull’68 street e First Avenue). La Scuola rilascia diplomi riconosciuti sia in Italia che negli Usa e segue un curriculum doppio, sia italiano che americano.

L’istituzione presenta un’ottima opportunitá per studenti italiani di quarta Liceo che, dopo aver frequentato l’ultimo anno a La Scuola e aver conseguito la maturitá, volessero frequentare un’universitá americana.

© Riproduzione Riservata

Commenti