Cinema e mostra, foto osè e remake con Michelle Williams: a 50 anni ormai dalla sua scomparsa, il mito dell’attrice più sexy di sempre non tramonta

Marilyn Monroe

Intramontabile Marilyn Monroe. A 50 anni dalla sua scomparsa il 5 agosto del 1962, si continua a parlare di lei e a celebrarne il mito e spuntano di continuo aspetti inediti e segreti che svelano qualcosa in più della sua personalità e della sua vita tormentata.

La sexy bionda Norma Jane Baker, questo il suo vero nome, appare negli ultimi scatti a poche settimane dalla morte, nuda o velata ma decisamente provocante, e le foto realizzate da Bern Stern sono in mostra al Forte di Bard (Aosta) fino a novembre.

Oltre a essere stata l’icona dell’ultimo Festival di Cannes, che ha fatto del suo volto anche il simbolo-manifesto dell’edizione 2012, la Monroe viene ricordata in tv con la serie Smash, in cui si cerca la degna interprete per un musical su di lei, e rivive sul grande schermo nel film Marilyn di Simon Curtis che racconta il dietro le quinte de Il principe e la ballerina, girato dalla diva nel 1956 a Londra con Laurence Olivier.

Nnel ruolo della protagonista c’è Michelle Williams, che per la sua incredibile trasformazione ha vinto un Golden Globe ed è stata candidata all’Oscar. E’ lei a mostrare fragilità, capricci, fascino dell’attrice, partendo dal racconto di Colin Clark, scrittore inglese che lavorò nel film come assistente alla regia, e visse un breve ma intenso legame con la divina, allora sposata con Arthur Miller.

Da “A qualcuno piace caldo” a “Gli uomini preferiscono le bionde”, il mito di Marilyn sembra destinato a vivere ancora molto a lungo e secondo l’Hollywood Reporter si sta lavorando a uno show dal titolo provvisorio Virtual Marilyn Live – A Musical Celebration of the Birth of the Pop Icon in cui la Monroe grazie alle tecnologie difgitali potrebbe ri-apparire come ologramma.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xq4abt_marilyn-monroe_shortfilms?search_algo=1[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti