Sondaggio Demos: crollano i politici e si salvano solo i leader di M5S e Italia Futura. Monti va ormai a picco 

Beppe Grillo

La hit parade dei politici italiani secondo Repubblica vede un calo generale di popolarità, con due eccezioni: Beppe Grillo, che passa dal 33,4% al 34,7 % e Luca Montezemolo, rilevato per la prima volta e che irrompe al terzo posto, con il 39,5%.

A dirlo è un sondaggio Demos per Repubblica. Crollano i consensi per il presidente del Consiglio Mario Monti: da marzo a maggio ha perso il 15% di popolarità, passando dal 67,2% al 52,1%.

Anche altri membri del governo Monti perdono il favore degli elettori. Il ministro del Lavoro Elsa Fornero vede i suoi consensi passare dal 51,1% al 40,8%. Quello dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, perde oltre dieci punti percentuali, calando dal 48,7% al 38,6%.

Resta molto basso il consenso per i leader del Popolo delle Libertà. L’ex premier Silvio Berlusconi perde 6 punti e passa dal 28,1% al 22,8%. Il segretario del Pdl Angelino Alfano cala nelle preferenze degli elettori dal 38,1% al 27,9%, perdendo oltre 10 punti. Perdita analoga per Roberto Maroni, che passa dal 39,9% al 28,1%.

Ultimo in classifica un altro esponente di spicco della Lega Nord, il fondatore Umberto Bossi: se a marzo aveva il consenso del 16,7% degli elettori oggi lo stesso favore è passato al 10,6%.

© Riproduzione Riservata

Commenti