Gli azzurri mai in partita perdono in amichevole 3-0 e gli interrogativi di Prandelli adesso aumentano

il gol di Shirokov per il 2-0

L’Italia di Cesare Prandelli rimedia una brutta sconfitta con la Russia sul neutro di Zurigo. Un 3-0 maturato tutto nella ripresa, ma le cui avvisaglie erano già lampanti nella prima frazione di gioco.

Pronti e via, Kerzhakov spaventa subito Buffon: palo! Poi gli azzurri cercano di fare gioco, ma Balotelli e Cassano non spaventano troppo il portiere Malafeev. In compenso la Russia si rende pericolosissima in più di un’occasione, ma senza inquadrare lo specchio della porta.

Nella ripresa l’Italia sembra avere un altro piglio. Ma quando pensi che la partita stia svoltando, ecco la doccia fredda. Kerzhakov viene lasciato troppo solo in area di rigore, girata di destro e gol. De Sanctis, entrato per l’infortunato Buffon, non può nulla.

La retroguardia azzurra continua a ballare e al 75′ incassa il raddoppio: pasticcio Maggio-De Sanctis, Shirokov ringrazia e mette in rete senza opposizione. All’89 il tris dei russi: è ancora il centrocampista dello Zenit a sfruttare il malposizionamento della difesa italiana e battere di nuovo De Sanctis. Finisce 3-0 e ora i punti interrogativi per Prandelli aumentano…

© Riproduzione Riservata

Commenti