Il mostro passeggia e guarda verso la scuola, mette la mano in tasca e preme un tasto: così ha ucciso Melissa

fiori per Melissa Bassi

Eccolo il video integrale dell’attentatore di Brindisi. L’orrore che ha causato la morte di Melissa Bassi è racchiuso in un minuto di spregevole follia da osservare attoniti e sgomenti.

Il filmato è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza di un bar. Nei fotogrammi si vede un uomo che passeggia avanti e indietro per circa tre volte, con lo sguardo rivolto verso la scuola.

Ad un certo punto alza il braccio sinistro e sembra azionare un telecomando. Poi si allontana. L’esplosione non avviene subito, ma dopo una manciata di secondi e si vedono accorrere i primi passanti.

L’attentato è avvenuto il 12 maggio davanti all’istituto Morvillo-Falcone. Nell’esplosione è morta una ragazza di 16 anni, Melissa Bassi.

L’uomo, camicia bianca e giacca scura, dovrebbe aver azionato, secondo gli investigatori, un dispositivo volumetrico simile a quello degli allarmi domestici.

Il telecomando è stato premuto nel momento stesso in cui l’attentatore vede arrivare l’obiettivo e cioè presumibilmente il pullman da Mesagne con a bordo le studentesse: l’esplosione si è attivata quindi nel momento stesso in cui la prima delle ragazze è entrata nel raggio d’azione degli infrarossi.

Il presunto attentatore, come si vede nel video trasmesso da SkyTg24, cammina tranquillamente davanti alle telecamere e le ipotesi degli investigatori sono due: o l’uomo non si è accorto della loro presenza oppure, non essendo di Brindisi, non teme di essere riconosciuto.

Il volto dell’attentatore resta sfocato, ma il video offre altri elementi utili al suo riconoscimento come la sua postura e il modo di camminare.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ABLFcgN55hE&feature=player_embedded[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti