Moratti rivuole l’attaccante del Siena. C’è l’accordo con Preziosi. Superata la concorrenza di Juventus e Napoli

Mattia Destro

L’Inter non si ferma a Rodrigo Palacio. Nella telefonata, poi trasformatasi in un incontro, tra Preziosi e Moratti, i due massimi dirigenti non hanno definito soltanto la cessione dell’argentino all’Inter per 10 milioni pagabili in tre anni.

In quel faccia a faccia cordiale tra presidenti che hanno concluso diversi affari nel corso degli ultimi anni, si è parlato molto anche di Mattia Destro e il Genoa di fatto si è impegnato a cederlo al club nerazzurro, forte di un accordo verbale stipulato nel gennaio 2011.

La storia è nota (l’Inter non aveva la liquidità necessaria per prendere Ranocchia e fu costretta a sacrificare l’intero cartellino di Destro, con la promessa di una prelazione per il futuro) e adesso Moratti ha chiesto a Preziosi il rispetto della parola data. Il numero uno del Genoa, che è uomo d’onore, naturalmente non si è tirato indietro e si è trasformato nel primo alleato dell’Inter.

Il 50% del cartellino di Destro di proprietà del Genoa di fatto è già della società di corso Vittorio Emanuele, ma la pratica non è ancora risolta. L’affare, che riporterà a Milano la punta entrata nel giro della Nazionale, alla fine si farà e l’Inter si appresta a bruciare sul tempo la concorrenza di Juventus e Napoli.

Intanto i nerazzurri hanno piazzato un colpo per il futuro. E’ fatta tra Inter e Sporting Lisbona per Agostinho Cà. Il giovane centrocampista centrale classe 1993, che aveva comunicato alla dirigenza del club portoghese di non voler rinnovare il contratto in scadenza nel 2013, arriverà in Italia il prossimo giugno e dovrebbe essere girato in comproprietà al Novara. Il giocatore era seguito da Barcellona, Psv Eindhoven e Atletico Madrid.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=6qe6-QUL7ZA[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti