Un ex militante: “presto una riunione di 50 movimenti e sarà la gente a rompere il giochino. Lui non può essere proprietario del M5S”. Adepti pensano al tradimento? La credibilità del comico come leader sta già calando?

Beppe Grillo

Non solo Pizzarotti. Dopo le parole del sindaco di Parma (“ho vinto io e non Grillo”) uno scenario a dir poco clamoroso, se troverà conferme, potrebbe subito capovolgere il vertice del Movimento 5 Stelle.

In un video che sta già facendo il giro del web, Gaetano Vilnò, ex membro del Movimento 5 Stelle muove aspre critiche sia al sodalizio che al leader e fondatore Beppe Grillo.

Nel rivolgere un duro attacco allo stesso Grillo, l’ex militante del M5S preannuncia una “rivolta” dei grillini contro il loro mentore e rivela che Grillo starebbe “cacciando” diversi consiglieri in modo arbitrario.

“Chi riuscirà a sbattere fuori Grillo dal Movimento 5 Stelle e dalla politica saranno gli stessi grillini e non i grandi partiti. Grillo non può fare niente contro i movimenti che si stanno creando in Italia. A breve ci sarà una grande riunione di 50 movimenti che si riuniscono e composti da cittadini senza partiti politici quindi saranno loro a fare la differenza e non Beppe Grillo”.

E nel suo intervento continua dicendo “Grillo fa politica facendo un po’ lo stupidone e dicendo cose retoriche (lui è un comico), fa battute e riesce a far sorridere la gente perchè essa ha bisogno anche di questo ma per rompere il ‘gioco di Grillo’ basta menzionare l’articolo 3 del “Non statuto” dove si stabilisce che l’unico proprietario all’uso del marchio è Grillo e quindi non è in linea col movimento: un movimento deve essere orizzontale e non può avere marchi, quindi Grillo fa commercio on line sta pubblicizzando qualcosa che non è vero”.

“Grillo può permettersi di offendere i vecchi politicanti, ma contro di noi non può niente. Fa politica facendo lo stupidone, dice cose retoriche ma è simpatico è la gente ride. Beppe Grillo verrà sbattuto fuori dai cittadini. Il mondo grillino si sta muovendo. La soluzione per i problemi dell’Italia saranno i cittadini e non Grillo”.  

La leadership di Grillo verrà messa in discussione proprio all’alba della crociata contro i partiti e la politica? I grillini potranno (e vorranno) veramente sbatterlo fuori?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=y45TBsVEmS4[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti