Foto con trucco e parrucca sul National Enquirer. La moglie: “sono distrutta”. E c’è il giallo massaggiatori

John Travolta

Dopo le numerose accuse di molestie sessuali da parte di massaggiatori, John Travolta si trova a che fare con un altro scandalo: il National Enquirer ha pubblicato foto della star di Pulp Fiction che indossa abiti da donna, una parrucca bionda e un trucco pesante.

Gli scatti “choc”, finiti sulla copertina del magazine statunitense, sono stati fatti a una festa a Los Angeles nel 1997, sei anni dopo il matrimonio di Travolta con Kelly Preston. La star 58enne indossa un abito bianco, una cintura nera, orecchini e una collana di perle. Sotto l’abito è visibile anche un reggiseno.

Travolta, che ha una parrucca bionda raccolta in una coda di cavallo, sfoggia anche un filo di eyeliner nero e un velo di rossetto rosa confetto. Il giornale racconta inoltre che la moglie, con lui da più di vent’anni, lo avrebbe lasciato dopo lo scandalo del travestimento. “Kelly mi ha detto che il matrimonio è finito e ha rivelato che non vive più con lui – ha raccontato un amico dell’attrice – ha sopportato la doppia vita di John per decenni, mentre il suo comportamento rimaneva nell’ombra, ma tutto questo coming out in pubblico l’ha umiliata. Kelly è distrutta”.

La coppia ha due figli, Ella di 12 anni e Benjamin di 18 mesi. Non è la prima volta che l’attore si traveste in pubblico. Ha indossato abiti femminili al cinema nei panni di Edna Turnblad nel musical del 2007 Hairspray. Ma quello era un film.

Nelle ultime settimane tre uomini hanno accusato il divo hollywoodiano di avere subito delle “avances”. Secondo il New York Daily a un massaggiatore sarebbero stati offerti 125mila dollari dall’entourage di Travolta per tenere la bocca chiusa. Sebbene l’avvocato della star Marty Singer abbia respinto le accuse come “totalmente false”, uno dei due uomini continua a confermare la sua versione. La sua innocenza è stata messa in dubbio: secondo il sito RadarOnline l’uomo ha perso il suo lavoro nel North Carolina otto anni fa per “comportamenti sessuali inadeguati” con clienti e colleghi.

E’ stato lui ad accusare Travolta di “palpeggiamenti” in un hotel di Beverly Hills il 16 gennaio scorso. Ma l’attore ha dimostrato con prove di trovarsi a migliaia di chilometri dal luogo del presunto incidente in California quel giorno. Il massaggiatore ha replicato di avere confuso le date e il giallo continua. Un secondo massaggiatore, quarantenne cintura nera, ha ritirato la sua causa da 2 milioni di dollari la settimana scorsa

© Riproduzione Riservata

Commenti