L’ospedale San Vincenzo di Taormina all’avanguardia non soltanto nei metodi terapeutici convenzionali ma anche nell’assistenza estetica e morale delle pazienti  

parrucche a disposizione delle pazienti

La terapia medica dei tumori negli ultimi anni ha riscontrato notevolissimi successi, ma esistono ancora una serie di conseguenze dei trattamenti antitumorali che possono turbare la vita quotidiana del Paziente. Tra di essi, la perdita dei capelli rimane uno degli effetti più fastidiosi, con un impatto molto significativo sulla qualità delle cure.

Infatti l’alopecia (perdita temporanea dei capelli) rimane uno dei pochi effetti collaterali della chemioterapia per il quale non c’è una possibilità di prevenzione, e che modifica lo schema corporeo segnando anche psicologicamente una persona, già sottoposta allo stress della diagnosi di un tumore.

Al Dipartimento di Oncologia dell’Ospedale di Taormina ci si è sforzati di supportare i Pazienti in questo aspetto con un’iniziativa singolare. Infatti dal giugno 2011 si è organizzato un servizio di parrucchiere e trucco riservato alle Pazienti sottoposte a chemioterapia antitumorale. Per la realizzazione di tale attività, è stato dedicato un locale presso la divisione di Oncologia Medica, in cui tutti i lunedì sei parrucchiere ruotano per offrire un servizio di coiffeur e trucco alle Pazienti in chemioterapia.

“L’iniziativa prende il via” dice il Dr. Francesco Ferraù, Direttore della Divisione di Oncologia, “dall’idea dell’Associazione “Salus”, dedicata alla memoria del Dottore Carmelantonio D’Agostino, nella persona della Presidente Prof.Graziella Paino di Roccavaldina. L’Associazione ha dato la disponibilità a donare le parrucche e ad organizzare il servizio di coiffeur.

“All’iniziativa – continua il dr.Ferraù – hanno aderito ben sei parrucchiere, donando le proprie prestazioni di alta professionalità nei lunedì di chiusura del loro esercizio: Maria Cottone e Clara Ruggeri da Rometta, Marcella Pellegrino da Messina, Byliana Gicheva, Cristina Finocchio, Margherita Spina da Giardini Naxos. A loro va il merito della realizzazione pratica dell’iniziativa, cui dedicano tempo, competenza ed entusiasmo che ci hanno profondamente colpito come segno di autentica e spontanea solidarietà umana ”.

L’attività ha avuto inizio il 20 giugno 2011, ed oltre ad offrire un servizio di coiffeur e trucco alle pazienti in chemioterapia ha anche lo scopo di donare le parrucche alle Pazienti che a seguito dei trattamenti vanno incontro ad alopecia transitoria, creando una “banca della parrucca” che recupera quelle usate dopo un’adeguata pulizia e acconciatura. Da giugno 2011 a marzo 2012 sono state effettuate 134 prestazioni: fornitura di parrucca per 82 pazienti, shampoo-taglio-piega a 38 pazienti, altro servizio (rasatura, fornitura di cappellino o bandana, consigli in fase di ricrescita) per 14 pazienti. Il tutto nella stessa sede dove si svolge la terapia e, ovviamente, del tutto gratuitamente.

Dopo questi mesi di attività, si registra un riscontro estremamente positivo da parte delle Pazienti. Il Paziente oncologico, prima di essere l’utente di un servizio sanitario pubblico, è una persona che sta affrontando uno dei momenti più delicati della sua esistenza, e vedersi attenzionato nei suoi aspetti emozionali, oltre che sotto il profilo strettamente medico, lo fa sentire già meglio anche a fronte delle difficoltà indotte dalla malattia o dalle stesse terapie.

Lo testimonia, infine, la prontezza con cui le stesse Pazienti che hanno terminato da qualche mese la terapia (e che vedono ricrescere i propri capelli!) donano la propria parrucca all’Associazione, sapendo di aiutare materialmente e psicologicamente chi si trova ad iniziare lo stesso percorso che loro hanno già vissuto.

Gli aspetti organizzativi quotidiani dell’attività sono realizzati dagli altri componenti dell’Associazione “Salus”, in particolare dalle Dottoresse Giovanna Antonelli e Luisa Puzzo, dalla Sig.ra Marisa Sturiale D’Agostino, e dalle Psicooncologhe Serena Moschella e Elisabetta Privitera.

Questa è una delle iniziative che vogliono testimoniare l’attenzione che i Sanitari del Dipartimento di Oncologia dell’Ospedale di Taormina rivolgono quotidianamente ai Pazienti oncologici che da tutta la Sicilia afferiscono a questo Presidio, da anni riferimento per i trattamenti oncologici multidisciplinari. L’attenzione per gli aspetti psicologici e umani della malattia tumorale vuole essere per questi Medici una componente prioritaria, a fianco e a supporto delle terapie oncologiche tradizionali.

© Riproduzione Riservata

Commenti