Il candidato dell’Italia dei Valori batte Ferrandelli ma non esulta: “oggi niente festa per rispettare Melissa”

Leoluca Orlando

“Oggi non deve esserci nessuna esultanza. In questo momento ci sono i funerali di Melissa”.

Queste le prime parole di Leoluca Orlando, nuovo sindaco di Palermo, durante la conferenza stampa all’hotel Borsa, dopo l’ufficialità della sua nomina. Il leader dell’Idv in Sicilia spegne ogni sua euforia per rispetto della giovane ragazza uccisa sabato mattina, davanti la scuola ‘Morvillo – Falcone’ a Brindisi. ”Oggi non c’è nessuna festa. Come vedete – dice Orlando – non c’è nessun leader politico presente che ha sostenuto la mia candidatura. Per i festeggiamenti ci sarà tempo”.

Il nuovo sindaco di Palermo, valuta i dati finali del ballottaggio, 72,43% contro il 27,56% di Fabrizio Ferrandelli.

“Io credo che il dato è evidente. Se al primo turno – dice Orlando – su undici candidati hanno votato 220mila palermitani oggi per il ballottaggio avevano votato in 224mila. Il mio risultato deve essere uno schiaffo in faccia ai partiti nazionali e alla malapolitica. Palermo oggi rappresenta l’inizio della Terza Repubblica e i leader nazionali devono capirlo”.

Il professore “mitraglia” contro i big del centrosinistra, in particolar modo, prende di mira Bersani, Vendola e D’Alema : “Se i leader politici della sinistra pensavano di decidere le sorti di Palermo attraverso le loro sfilate e siparietti si sbagliavano di grosso. Che si diano una regolata perchè Palermo non farà accordi con gli amici di Lombardo”.

Proprio sul governatore della Regione Siciliana, Orlando dice: ” Parlare di Lombardo è come sparare sulla Croce Rossa. Il problema è che oggi su questa ambulanza sono a bordo anche Bersani e Vendola”.

Il leader siciliano dell’Idv ringrazia tutta la gente che lo ha sostenuto durante la sua campagna elettorale ed anche quei politici del Pd “che, capendo l’errore del partito hanno appoggiato la sua candidatura”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=NmSpUYk0cbo[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti