Il titolo del programma di Fazio e Saviano leit motiv di un progetto degli studenti del Liceo “Leonardo Da Vinci” di Reggio Calabria per l’anno di lezioni 2012-13 

Roberto Saviano

Il 5 maggio scorso, giornata mondiale per la libertà di stampa proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel maggio del 1993, nella città di Reggio Calabria, il liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” ha presentato “Quello che non ho” il primo diario scolastico dei diritti, creato esclusivamente dagli studenti “per gli studenti”.

Il Portavoce di “Quello che non ho”Francesco Alì (del C.d.A.della Fondazione di Vittorio) sottolinea: “Per l’anteprima abbiamo scelto questa data ,perchè realizzare un diario con i ragazzi delle scuole, è un pò come interpretare quello che è il diritto della libertà di stampa sancito dall’articolo 21 della Costituzione.

“Quello che non ho”(che è anche il titolo della trasmissione di Fabio Fazio e Roberto Saviano che andrà in onda a maggio su LA7 ) è un diario con un’iniziativa dal titolo “Articolo 21 della Costituzione e Libertà di Stampa “, afferma Alì: “Non è un caso che tale anteprima concida con la Giornata Mondiale per la libertà di stampa, ripercorrendola come una giornata per celebrare i principi fondamentali della libertà di stampa, valutando la situazione di tale libertà nel mondo, per la difesa dei media dagli attacchi alla loro indipendenza offrendo anche un “tributo “ai giornalisti che hanno perso la vita”.

Per l’anno scolastico 2012/2013 sarà disponibile il diario, proprio nel ventennale della proclamazione di questa giornata.

L’obiettivo dell’iniziativa è mettere insieme “percorsi” tra  studenti, docenti, dirigenti scolastici (cioè presidi) istituzioni, professionisti della comunicazione e la società civile reggina.

L’inizio dei lavori al “Liceo Da Vinci”previsto per le ore 10, è stato aperto dall’Inno Nazionale e subito dopo i saluti della dirigente scolastica Giuseppina Princi e di Paolo Foti (presidente E.S.E.F.S di Reggio Calabria) è stata presentata una parte del lavoro degli studenti con l’ausilio di Francesca Pellicanò (dell’Associazione Ad Personam),Francesca Arvino e Giulia Curci.

L’anteprima invece è stata curata da Fabrizio Smorto (direttore E.S.E.F.S. di Reggio Calabria).

Poi ecco il dibattito: “Articolo 21 della Costituzione e Libertà di Stampa “accompagnato dalle riflessioni di Cinzia Del Maso giornalista della Repubblica e il Sole 24 ore e Sergio Rizzo, del Corriere della Sera.

I lavori si sono conclusi poi da Sandro Vitale presidente dell’Ampi di Reggio Calabria.

“L’evento è un invito per tentare di parlare ,il più possibile,a questa società in continua evoluzione”afferma concludendo, Alì.Con la speranza che tale possa essere un invito per riflettere insieme e condividere.Dunque, quante sono le istituzioni scolastiche in Italia che prenderanno tale “diario” come esempio?Stiamo a vedere..

© Riproduzione Riservata

Commenti