Nuove rivelazioni dall’esame della cartella clinica del Fuhrer: soffriva anche di flatulenza incontrollabile. Per aiutarsi nel sesso usava estratto di testicoli di toro

Adolf Hitler

Adolf Hitler soffriva di sinusite che curava con la cocaina, soffriva anche di una flatulenza «incontrollabile»; mentre per aiutarsi sessualmente usava estratto di testicoli di toro.

Lo rivelano le cartelle cliniche del fuhrer richieste al suo medico personale Theodor Morell dall’esercito americano, in tutto 47 pagine, che saranno messe la settimana prossima all’asta sul sito web della “Alexander Historical Auctions” di Stamford, in Connecticut.

Secondo i documenti pare che Hitler usasse cocaina per alleviare il mal di testa da sinusite e ingerisse qualcosa come quasi trenta medicinali nel tentativo di controllare la sua flatulenza. Le cartelle cliniche comprendono anche radiografie del cranio di Hitler e disegni che raffigurano l’interno del suo naso.

È emerso, inoltre, che il dittatore nazista veniva curato con stricnina, un veleno, per risolvere i problemi all’apparato digerente.

Tuttavia la cura non fece altro che portargli ulteriori dolori allo stomaco. Infine, nei documenti il dottor Morell aveva annotato che Hitler si faceva iniettare estratti di testicoli di tori giovani, per ravvivare la sua libido. Secondo le stime, ognuno dei referti contenuti nelle cartelle cliniche vale almeno duemila dollari.

© Riproduzione Riservata

Commenti