Il noto conduttore televisivo accusato di aver sottratto all’Erario oltre 225 mila euro: adesso andrà a giudizio

Enrico Papi

Un’altra vittima della “caccia” spietata che il governo Monti sta dando agli evasori.

Stavolta l’accusato di evasione fiscale è il conduttore tv Enrico Papi.

La Procura di Roma ha firmato un decreto di citazione diretta a giudizio per l’ex conduttore del programma “Sarabanda”: il processo è stato fissato per il prossimo 14 maggio davanti al giudice monocratico.

Secondo l’accusa Papi non avrebbe versato “l’imposta sul valore aggiunto per l’ammontare complessivo di 225.593 euro – si legge nel capo d’imputazione – dovuta in base alla dichiarazione annuale per l’anno 2005, entro il termine previsto per il versamento dell’acconto relativo al periodo di imposta successivo”.

La Procura ha considerato persona offesa il ministero dell’Economia e delle Finanze. Ora Papi rischia grosso.

© Riproduzione Riservata

Commenti