L’accertamento tecnico preventivo chiesto dalla “Off Side” non rappresenterebbe un fattore ostativo per la ripresa dei lavori fermi dall’alluvione del 9 novembre

così era nei mesi scorsi il green di contrada Vareggio

Possibile schiarita all’orizzonte per il golf a Trappitello. L’impresa incaricata per i lavori si sta infatti muovendo per predisporre le modifiche al progetto, rese necessarie dall’alluvione del 9 novembre.

Com’è noto, il fiume d’acqua che ha investito quel giorno sui terreni di contrada Vareggio ha devastato il green, che di fatto era già quasi pronto e ha determinato lo stop al cantiere, che da allora non è più ripartito.

Ma soprattutto si è innescato da quel momento un contenzioso tra la “Off Side” e il Comune, con la società proprietaria dei terreni che contesta alla casa municipale responsabilità sulla mancata esecuzione di opere a protezione dell’area dove si sta realizzando il complesso ricettivo con annesso campo da golf. Tuttavia, secondo lo scenario che starebbe maturando proprio in questi giorni, questa disputa potrebbe non rappresentare un fattore ostativo alla prosecuzione dei lavori.

L’impresa e quindi la direzione di lavori ha chiesto in tribunale un accertamente tecnico preventivo sullo stato dei luoghi: nel mentre sta studiando le soluzioni progettuali da adottare per poter riprendere gli interventi e nelle prossime settimane potrebbero esserci sviluppi concreti in tal senso.

La questione relativa alla raccolta delle acque meteoriche potrebbe, intanto, viaggiare su un altro binario parallelo, senza escludere che le parti adesso approdate in tal senso in tribunale riescano a trovare in un futuro non troppo lontano un punto di intesa per superare la disputa.

Sembra, inoltre, si sia “raffreddata” l’intenzione da parte del Comune di procedere alla revoca della concessione a suo tempo rilasciata per l’esecuzione dei lavori (la concessione edilizia è, per l’esattezza, la n.40 dell’11 settembre 2007). Di certo, il “muro contro muro” non gioverebbe ad una città che ha bisogno di questa infrastruttura (ed altre) per tentare di dare un impulso all’economia locale alle prese con una perdurante situazione di crisi.

Secondo la Off Side la responsabilità dei danni subiti per il campo da golf sarebbe, in ogni caso, da imputarsi alla casa municipale e all’Anas, ai quali andrebbero ascritte, per quanto di competenza, “condotte illegittime” circa mancate opere in zona come ad esempio la raccolta delle acque. Al momento in cui si sono fermate per l’alluvione, le opere erano in pratica già all’80% del crono-programma per il campo da golf.

La Off Side, nell’atto depositato al Tribunale di Messina ha motivato la sospensione dei lavori con il timore del “ripetersi di eventi metereologici ed il persistere delle cause che hanno provocato il forzoso afflusso di grandi fiumi d’acqua dentro il campo da golf”.

Il momento potrebbe ora essere propizio per far riprendere i lavori, anche tenendo conto che i mesi di pioggia sono trascorsi e i prossimi sarebbero quelli più opportuni per lo svolgimento degli interventi. Ovvio che per consentire la ripartenza del cantiere si dovranno definire al più presto gli accorgimenti tecnici e progettuali e bisognerà vedere come si evolverà la questione legale in atto.

Ma, come detto, il contenzioso in essere sulle cause del disastro avvenuto il 9 novembre 2011 non rappresenterebbe un fattore vincolante contro la ripresa dei lavori, che sono stati interrotti a seguito di una valutazione strategica finalizzata ad accertare cos’è accaduto e se sussista il rischio di nuovi danni in caso di maltempo.

A protezione del green e dell’area interessata degli interventi, si dovranno porre in essere una serie di opere ed in particolare lavori di regimentazione idraulica. Il fermo lavori viene seguito, ovviamente, con attenzione nella comunità locale, che spera in una svolta quanto prima.

Il golf sarebbe un’addizione importante: ancor più perchè – lo abbiamo detto e lo ripetiamo – Taormina è ormai in ginocchio e, al di là delle solite chiacchiere in “salsa paesana”, nelle condizioni attuali non può più andare da nessuna parte.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=8DRFFsu7KyU[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti