Segretario del Pd contro il leader del Movimento a 5 stelle: “non si permetta di insultare il presidente della Repubblica, il nostro futuro non può avere scorciatoie”

Pierluigi Bersani

Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, mette in guardia il leader del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, dall’insultare il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e in generale il paese da possibili derive qualunquiste.

“Ieri il presidente Napolitano – ha dichiarato Bersani durante una conferenza stampa a Como – ha detto cose puntuali e serissime. Grillo ha risposto con insulti: non si permetta, e non si azzardi a dire cosa direbbero se tornassero i partigiani che saprebbero cosa dire dell’uomo qualunque”. Sempre riferendosi ai partigiani, Bersani ha ricordato che “ci hanno dato una democrazia, una Costituzione che comprende l’articolo 49, quindi i partiti che devono ripulirsi perché così non va ma che sono un’ossatura della democrazia”.

Il segretario del Pd ha quindi ricordato il suo invito a dimezzare i finanziamenti pubblici ai partiti così “ci mettiamo in una condizione di pulizia” ma, ha messo in guardia Bersani, “attenzione: non cederemo a qualunquismi non per noi ma per l’Italia che non può avere un futuro cercando scorciatoie. Bisogna riforma la politica nel solco della Costituzione”.

Infine, nel ringraziare nuovamente il presidente della Repubblica per le parole espresse nel suo intervento in occasione del 25 aprile, Bersani si è nuovamente rivolto a Grillo invitandolo a spiegare “perché lui non è candidabile invece il presidente Napolitano lo sarebbe da domani. Ci spieghi perché prima di sparare insulti”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=vTQwcSzoFGo[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti