A Stamford Bridge blaugrana di Messi sconfitti 1-o dal Chelsea nella semifinale d’andata di Champions League

Didier Drogba

Colpo del Chelsea nell’andata della seconda semifinale della Champions League. Allo Stamford Bridge i “blues” battono 1-0 i campioni in carica del Barcellona, grazie a un gol di Drogba nel recupero del primo tempo. Il Barça subisce un ko inaspettato, legato ai troppi errori sotto porta, a un po’ di sfortuna e a un Messi in serata negativa.

I numeri restano dalla parte dei catalani, quasi l’80% di possesso palla e 6 tiri nello specchio contro uno, decisivo, del Chelsea, oltre a una traversa e un palo, ma non bastano ad evitare la sconfitta. Dopo il Real, ko col Bayern, cade l’atra favorita e ora la qualificazione alla finalissima di Monaco si giocherà tutta nelle sfide di ritorno, in programma la prossima settimana.

Nessuna grossa sorpresa nelle formazioni che scendono in campo allo Stamford Bridge, sotto la più classica delle piogge londinesi. Guardiola lascia ancora fuori Pique’, che parte dalla panchina, confermando la difesa a quattro con Mascherano centrale al fianco di Puyol. Nel Chelsea ancora panchina per Torres, e spazio a Drogba dal primo minuto.

Il primo squillo è del Barça che colpisce una traversa clamorosa con l’ex Udinese Sanchez già al 9′. I ‘blues’ capiscono che sarà una serata dura, e decidono di lasciare il pallino del gioco ai catalAni, per cercare poi di sfruttare il contropiede. La partita, così, diventa quasi un monologo del Barcellona che si posiziona nella metà campo del Chelsea, nel tentativo di scardinare la porta avversaria.

Messi e compagni, però, sono leggermente meno veloci del solito e, soprattutto, poco precisi. Fabregas, ad esempio, si divora il possibile vantaggio ciccando la palla da pochi passi dopo una respinta di Cech su conclusione di Iniesta. Poco dopo Iniesta supera Cahill che lo stende in area, ma l’azione viene giudicata regolare. Il Barça resta in pressione, e va due volte al tiro prima con Fabregas e poi con Messi di testa. Cech si fa trovare pronto. Ancora Fabregas, nel fianle di tempo, fallisce un’altra ghiotta occasione preferendo un colpo d’esterno anziché il tiro potente sul bell’assist di Messi (un po’ in ombra nei primi 45′).

Un errore che costa caro ai blaugrana perché nel recupero la tattica attendista del Chelsea porta i suoi frutti: Merieles ruba palla e serve Ramires che scatta in contropiede e crossa da sinistra. All’appuntamento col pallone si presenta Drogba che batte Valdes e fa esplodere di gioia lo Stamford Bridge.

La ripresa si apre senza cambi e sotto un vero e proprio diluvio che appesantisce un po’ il campo. Il Barcellona ripete il copione del primo tempo riversandosi in avanti. Ma, come per la prima frazione di gioco, i catalani devono fare i conti con un Cech sempre attento e, soprattutto, con i propri errori. Ci prova Adriano con un tiro a giro, respinto dal numero uno dei blues. Poi è Sanchez a fallire un’altra incredibile occasione davanti alla porta calciando fuori dopo uno splendido assist di Fabregas.

Altro tentativo anche di Messi su punizione, ma il tre volte Pallone d’Oro si conferma in difficoltà quando incontra i ‘blues’. Guardiola decide, quindi, di cambiare qualcosa, inserendo Pedro al posto di Sanchez. Il Barcellona, però, continua a scontrarsi con il muro della squadra di casa, senza riuscire a trovare il varco giusto. Cambia anche Di Matteo, con Kalou per Mata, ma non cambia l’atteggiamento del Chelsea, che si difende con quasi tutti i suoi effettivi, pronto a rilanciare per Drogba.

Nel Barcellona entrano anche Alcantara per Fabregas e poi Cuenca per Xavi, ma per il Barça la via del gol resta vietata. Anche il colpo di testa di Puyol su punizione di Messi, infatti, viene intercettato da uno strepitoso Cech. In pieno recupero, poi, arriva anche il palo colpito da Pedrito, e il tiro alle stelle di Busquets sulla ribattutta. Decisamente una serata ‘no’ per i blaugrana, che ora dovranno giocarsi la qualificazione nel ritorno al Camp Nou.

© Riproduzione Riservata

Commenti