L’assessore regionale allo Sport: “alla richiesta del mio partito di fare un passo indietro dico obbedisco”

Monica Rizzi

Vertice tra i due membri del triumvirato della Lega Nord, Roberto Maroni e Roberto Calderoli, e il gruppo consiliare.

Durante il faccia a faccia è arrivata la notizia delle dimissioni, auspicate in precedenza dai triumviri del Carroccio, dell’assessore regionale lombardo allo Sport Monica Rizzi, molto vicina al cosiddetto ‘cerchio magico’.

I due ex ministri hanno però lasciato la sede della Regione senza rilasciare dichiarazioni. “E’ una vicenda che si decide nella giornata di oggi: sono in contatto con i vertici del mio partito e della Lega”. Cosi’ Roberto Formigoni ha risposto a chi gli chiedeva se vi sara’ un rimpasto nella giunta regionale lombarda.

Monica Rizzi, della Lega Nord, si dimette da assessore della Regione Lombardia. Lo ha annunciato lei stessa in una nota. “Nonostante siano chiuse le inchieste che mi vedevano coinvolta ed addirittura vi e’ stata la remissione della denuncia per dossieraggio nei miei confronti – spiega Rizzi – alla richiesta del mio partito di fare un passo indietro rispondo obbedisco, come ho fatto nel 2010 per candidare Renzo Bossi e in tutti questi 24 anni di Lega Nord.

Per questo ho firmato le mie dimissioni rimettendo le mie deleghe nelle mani di Roberto Maroni e Roberto Calderoli membri del triumvirato della Lega Nord per l’indipendenza della Padania. Ringrazio infinitamente Umberto Bossi per la splendida esperienza che mi ha permesso di fare in questi 2 ultimi anni”.

Stefano Galli, capogruppo della Lega Nord in consiglio regionale, ha fatto sapere che è stata “indicata come successore di Monica Rizzi il consigliere regionale Luciana Ruffinelli, che fra qualche ora probabilmente sarà assessore”. Lo ha detto , sottolineando che Luciana Ruffinelli – presidente della commissione cultura, formazione e sport – ”e’ la persona piu’ adatta a ricoprire l’incarico perche’ si occupa di giovani, sport e cultura”.

Galli ha spiegato che l’incontro di oggi fra Roberto Maroni, Roberto Calderoli e gli esponenti del Carroccio in Regione ”non c’entra nulla” con le dimissioni di Monica Rizzi. ”Quella e’ un’altra partita – ha affermato – che si e’ consumata da venerdi’ scorso, quando abbiamo chiesto le sue dimissioni, e questa mattina le ha presentate”. ”Abbiamo chiesto l’incontro con Maroni e Calderoli – ha concluso – perche’ dopo le dimissioni del segretario federale volevamo incontrare i nuovi reggenti del partito”.

Anche l’assessore del Pdl Maullu ha dato le dimissioni dall’incarico nella giunta lombarda. Il presidente Formigoni ha poi fatto sapere che nella giornata di domani procedera’ a rendere operative le dimissioni e a nominare i loro successori”. Maullu ha reso nota la sua scelta anche con un post intitolato ‘Grazie a tutti’ pubblicato sul suo sito personale. ”Cari amici – si legge sul sito – ho deciso di rimettere il mandato di assessore nelle mani del Presidente della giunta regionale della Lombardia. Sono stati anni impegnativi ed entusiasmanti, prima alla Protezione civile e poi al Commercio e turismo.

Il primo pensiero va a tutti i volontari che ho avuto la fortuna di conoscere e con cui ho collaborato, dal’emergenza in Abruzzo, all’Afghanistan per finire con Haiti. Quindi ai tanti, tantissimi operatori commerciali e turistici che lavorano e credono in questa regione”. ”Non puo’ mancare – conclude Maullu – un sincero grazie ai 18000 cittadini che hanno scritto il mio nome sulla scheda elettorale, consentendomi di risultare tra i piu’ votati in assoluto alle ultime elezioni regionali. Un ultimo grazie ai miei collaboratori, giovani preparati e capaci’.

Sul fatto che la legislatura regionale possa “finire nel 2013 o nel 2015 francamente non posso fare previsioni”. Ad affermarlo il presidente della Regione Roberto Formigoni il cui mandato scadrebbe nel 2015. Formigoni, commentando le parole di Roberto Maroni su una futura giuda leghista della Lombardia ha infatti spiegato che “quali saranno gli esiti di questa legislatura e’ difficile dirlo” e “fare previsioni” con l’attuale scenario politico “sarebbe azzardato”, ma ha comunque poi precisato che da parte sua “non c’e’ nessuna decisione assunta”.

Sull’ipotesi di una candidatura del Carroccio ha invece osservato che “e’ legittimo che la Lega ponga la propria candidatura”. “Poi si deciderà”, ha detto sottolineando che di fatto Maroni “conferma che l’alleanza con il Pdl ci sara’ anche nella prossima legislatura”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=hnSjlSlRCCc[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti