La sorella di Kate è nel mirino della polizia francese: un amico avrebbe puntato una pistola ad un paparazzo mentre erano in macchina insieme. C’è una denuncia

Pippa Middleton

Pippa Middleton rischia l’arresto: avete capito bene. La sorella della duchessa Kate ha trascorso un week end a Parigi dove ha partecipato alla festa di compleanno dell’amico e stilista Arthur de Soultrait.

Peccato che il fine settimana di festa possa tramutarsi nell’inizio di un incubo con la giustizia francese.

Pippa Middleton, dopo i festeggiamenti, era pronta per tornare a casa in Inghilterra. Gli amici stavano accompagnando Pippa alla stazione dove avrebbe dovuto prendere il treno veloce per tornare nel regno di Sua Maestà.

Pippa era a bordo di una macchina sportiva decapottabile con tre amici tra i quali lo stilista Arthur de Soultrait. La persona che si trovava alla guida, secondo quanto ha riportato un testimone nella denuncia presentata alle forze dell’ordine, avrebbe estratto una pistola semiautomatica e l’avrebbe puntata contro un paparazzo.

Sono in corso delle indagini per accertare la veridicità dei fatti e il possibile coinvolgimento dei passeggeri dell’autovettura: Pippa Middleton, lo stilista Arthur de Soultrait e un terzo amico.

Se la polizia, attualmente al vaglio delle prove e di quanto riportato dal testimone, accerterà il coinvolgimento di Pippa Middleton, oltre che quello dei diversi passeggeri dell’autovettura, si potrebbero aprire le porte del carcere per la sorella di Kate Middleton. La casa reale inglese è in subbuglio oltre che in preda all’imbarazzo per la compromettente situazione.

La legge francese prevede 7 anni di carcere per la persona che maneggia in modo sconsiderato un’arma, 2 anni se la stessa risulta essere un giocattolo. Questo è ciò a cui andrebbe incontro la persona che stava guidando l’autovettura. Per Pippa Middleton e gli altri 3 passeggeri si potrebbe prospettare un iniziale arresto con conseguente interrogatorio. Per ora sono in corso le indagini della polizia parigina su quanto denunciato.

© Riproduzione Riservata

Commenti