A un anno dalle elezioni iniziate le grandi manovre per le alleanze e le candidature. Udc smentisce rottura con Fli. Scalda i motori anche Pdl. Sabato attacca e aspetta 

Nunzio Corvaia

A un anno dal ritorno alle urne a Taormina sono già iniziate le grandi manovre per elezioni.  L’attenzione generale è rivolta alla primavera 2013.

E’ ancora incerta l’eventuale ricandidatura del sindaco Mauro Passalacqua (Mpa), che non ha più la maggioranza ma – come hanno già precisato i vari gruppi politici – potrà concludere la legislatura.

LA MONACA: “DALLA SCONFITTA DEL 2008 COSTRUIREMO VITTORIA DEL 2013”. Non ci sono dubbi, invece, sul fronte opposto circa la volontà del Fli, che esprimerà un suo candidato a sindaco. “Le elezioni 2008 – afferma il coordinatore di Fli, Danilo La Monaca – non sono state per noi una sconfitta ma un punto di partenza. Le vittorie si costruiscono spesso sulle sconfitte e il tempo ci sta dando ragione. Vogliamo tornare al governo e soprattutto cambiare il metodo di amministrare. Taormina dovrà ragionare in un’ottica comprensoriale e per questo siamo intanto impegnati anche a Castelmola, al fianco di un uomo di esperienza del nostro gruppo, come Orlando Russo, e a Letojanni a sostegno di Marilena Bucceri, candidato emergente di grandi qualità. Il rilancio del territorio passa da un’ottica intercomunale e da una visione complessiva e condivisa del territorio”.

GIARDINA: COALIZIONE PASSALACQUA SI E’ DISINTEGRATA. ORA SALVARE IL SALVABILE”. Si parla di frizioni o una rottura in atto tra Fli e Udc, ma Eligio Giardina, esponente di punta del partito di Casini, smentisce tutto. “I rapporti Fli-Udc – afferma Giardina – sono ottimi, oggi più che mai. Sinora abbiamo perseguito la stessa strategia e continueremo a farlo. Ora conta solo che quest’Amministrazione faccia meno danno possibile. Bisogna salvare il salvabile. C’è un fallimento e la responsabilità è complessiva, di un’intera coalizione disintegratasi e dove tutti sono contro tutti. Restano al loro posto solo perchè qualcuno, politicamente, ha qualcosa da salvaguardare. Taormina non avrà un altro commissario: ma è chiaro che il Consiglio, eletto dal popolo come il sindaco, dovrà supplire alla vacatio di una maggioranza che non c’è più”.

CORVAIA: “ALCUNI ALLEATI HANNO IMPEDITO LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA”. Ma si sta muovendo anche il Pdl. “Intanto concludiamo la legislatura – spiega Nunzio Corvaia, assessore e leader insieme a Fabio D’Urso del Pdl – e poi il partito si riunirà per decidere che strada prendere. Per atto dovuto ascolteremo le intenzioni dell’attuale sindaco, poi trarremo le nostre conclusioni su quale progetto avviare e con chi allearci. E’ chiaro che ci sono soggetti che hanno destabilizzato gli equilibri della coalizione che vinse nel 2008 e hanno impedito la realizzazione del programma”.

SABATO: “MAGGIORANZA NON C’E’ PIU’, IN PAESE CRITICHE ENORMI. SINDACO FINISCA LEGISLATURA IN MODO DECOROSO O SI DIMETTA”. A Trappitello sarà determinante, come sempre, Vittorio Sabato. E l’imprenditore si dice “sconcertato dalla situazione in atto”. “E’ avvilente – spiega Sabato – e ho molta rabbia per quello che sta avvenendo e per come si è ridotta l’Amministrazione. Non c’è più una maggioranza. Il sindaco adesso ha due scelte. O azzera tutto e si mette a tavolino e ragiona anche con la minoranza per finire la legislatura in modo decoroso. Altrimenti l’amico Passalacqua si deve dimettere, perché le critiche in paese sono ormai enormi. I danni, da qui al 2013, potrebbero essere pesantissimi. Non si può fare finta di niente. Non c’è da parte mia alcuna critica personale ma la consapevolezza che siamo di fronte ad una politica senza più logica. Vedo solo personalismi. Trappitello è abbandonata e si pensa sempre che Taormina sia solo Porta Catania-Porta Messina. Io ci credo ancora in una svolta, ma in questa città si è toccato il fondo. Le colpe sono da ripartire e le dò a una parte della ormai ex maggioranza consiliare di maggioranza e al sindaco. Ora aspetto di capire quali saranno gli scenari ma stavolta potrei anche candidarmi a primo cittadino”.

© Riproduzione Riservata

Commenti