Dramma a Pescara: il 25enne calciatore del Livorno si accascia e non c’è più niente da fare. In ritardo l’arrivo dell’ambulanza. Momenti di disperazione allo stadio

Dramma nel calcio italiano: il centrocampista del Livorno, Piermario Morosini, è morto dopo aver accusato un malore in campo durante la partita col Pescara.

Il calciatore, 25enne di origini bergamasche, è stato soccorso dai medici presenti a bordo campo: gli è stato praticato a più riprese un massaggio cardiaco con un defibrillatore nel tentativo di rianimarlo.

Poi il giocatore, ex Nazionale Under 21, è stato trasportato in ospedale a bordo dell’ambulanza ma non ce l’ha fatta.

Drammatiche le immagini, con Morosini che si è sentito male, ha cercato invano di rialzarsi e poi è caduto faccia a terra. La partita è stata sospesa e le squadre hanno lasciato il terreno di gioco. In lacrime per l’accaduto alcuni calciatori e numerosi tifosi.

Ci sarebbe stato un ritardo dell’ambulanza per un ingresso ostruito da un’auto. Durante i concitati momenti del soccorso, tutto il pubblico ha rumoreggiato chiedendo a gran voce la sospensione del match. Sugli spalti un tifoso ha avuto un malore ed è stato subito assistito.

Morosini era in ballottaggio con Filkor, poi all’ultimo momento il tecnico del Livorno, Armando Madonna, aveva deciso di schierarlo titolare. Il centrocampista è arrivato al Livorno nell’ultimo mercato di gennaio, proveniente dall’Udinese. Al momento del malore, il giocatore era lontano dalla palla e non era a contatto con nessun avversario.

Piermario Morosini era cosciente quando è stato sollevato in barella e portato dentro l’ambulanza, sul campo dello stadio del Pescara. ”Mi ha guardato negli occhi quando è entrato nella vettura – ha raccontato l’A.d. del Pescara, Danilo Iannascoli -. Stiamo vivendo un dramma. L’ambulanza in ritardo? Non so, ma so che l’ingresso in campo era ostruito da una vettura”. ”Morosini – ha raccontato il dirigente – è caduto, ha provato a rialzarsi ma è ricaduto. Il nostro massaggiatore si è reso conto del dramma.

Scene di disperazione, urla e pianti a dirotto, all’interno del Pronto Soccorso, dove il giocatore del Livorno era arrivato in arresto cardiaco, da parte dei compagni di squadra alla notizia della sua morte. La polizia ha fatto allontanare i giornalisti fuori dall’ospedale.

Rinviate tutte le partite in programma questo fine settimana, dalla A alle serie minori, per la morte di Piermario Morosini. Lo ha disposto la Federcalcio.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=jheOje6pTVY[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti