A Milano 6 arresti per riciclaggio da 56 milioni di euro. Inchiesta su Fondazione Maugeri. In carcere direttore

terremoto nella sanità lombarda

L’ex assessore alla Sanita’ della Regione Lombardia, Antonio Simone (con la Dc nei primi anni ‘90) e altre 5 persone sono state arrestate dalla Guardia di Finanza nell’ ambito dell’inchiesta della Procura di Milano sulla Fondazione Maugeri da cui sarebbero stati distratti 56 milioni.

Le 5 persone che hanno ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip di Milano Vincenzo Tutinelli sono l’ex assessore regionale alla sanità Antonio Simone, il direttore amministrativo della fondazione Maugeri Costantino Passerino, il consulente Gianfranco Mozzali, il commercialista Claudio Massimo e Pierangelo Daccò.

L’inchiesta nasce proprio dall’analisi dei documenti sequestrati a quest’ultimo, già in carcere nell’ambito dell’inchiesta sul San Raffaele. Ai domiciliari è finito Umberto Maugeri, presidente dell’omonima fondazione che gestisce alcune cliniche in Lombardia. Quest’ultimo, però, è formalmente irreperibile e si trova probabilmente all’estero. Le accuse per tutti sono associazione a delinquere, aggravata dal carattere transnazionale e finalizzata al riciclaggio, appropriazione indebita pluriaggravata, frode fiscale ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Gli arresti sono stati disposto dal giudice per le indagini preliminari Vincenzo Tutinelli con un’ordinanza di 83 pagine e costituiscono uno sviluppo dell’inchiesta sul dissesto finanziario della Fondazione San Raffaele del Monte Tabor.

È stato infatti dall’analisi di alcuni documenti sequestrati a Pierangelo Daccò, uomo d’affari già coinvolto per associazione per delinquere e bancarotta fraudolenta nel procedimento sul San Raffaele e raggiunto oggi in carcere da una nuova ordinanza d’arresto, che la procura ha scoperto la presunta esistenza di fondi neri per 56 milioni sottratti alla Fondazione Maugeri e finiti, secondo l’ipotesi accusatoria, in parte allo stesso Daccò e in parte a Simone. Secondo i pm Orsi, Pedio, Ruta e Pastore l’associazione crimimane ha trasferito indebitamente all’estero denaro della fondazione. I reati secondo l’accusa sono stati commessi tra il 2004 e il 2011 a Milano, Lugano, Vienna e Lussemburgo.

Maugeri ha come base operativa Pavia, dove la Fondazione vanta quattro istituti scientifici – uno a Montescano, un istituto di Riabilitazione -. Centri di Riabilitazione anche a Lumezzane (Brescia), Castel Goffredo (Mantova), Lissone (Monza) e Tradate (Varese). Altri centri presenti in Piemonte, Veneto, Liguria, Campania e Puglia.

© Riproduzione Riservata

Commenti