i grandi eventi del Festival di Pasqua

Il Festival di Pasqua, la prestigiosa manifestazione di musica e arte sacra fondata nel 1998 dal regista e scenografo italiano Enrico Castiglione, festeggia quest’anno la quindicesima edizione.

Per l’occasione è stato previsto un eccezionale programma che dal 31 marzo alla domenica di Pasqua (8 aprile) e fino alla domenica di Pentecoste del 27 Maggio 2012, porta esclusivi concerti di musica sacra nelle più antiche e suggestive chiese e basiliche del centro storico di Roma e in Vaticano.

Promosso come sempre dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali/Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo, dalla Regione Lazio, dal Fondo per gli Edifici di Culto del Ministero dell’Interno e dalla Pandream, il Festival di Pasqua viene diffuso quest’anno anche attraverso il portale televisivo Musicalia.Tv.

Concerti e manifestazioni tutte a ingresso gratuito (fino a esaurimento dei posti disponibili), sempre dedicate ai più illustri compositori della storia italiana, valorizzando come nessun altra manifestazione la Musica Sacra, da quella gregoriana e polifonica fino al periodo barocco, con particolare attenzione ad Antonio Vivaldi.

“Quindici anni possono essere pochi o tanti per un festival – spiega il maestro Enrico Castiglione – ma per il Festival di Pasqua rappresentano un traguardo di cui siamo orgogliosi: in quindici anni abbiamo prodotto ed offerto centinaia di eventi, manifestazioni, concerti, molti trasmessi in diretta mondovisione e tutt’ora continuamente trasmessi dalle principali reti televisive internazionali, riscoprendo capolavori della musica sacra spesso trascurati se non del tutto dimenticati, sempre con eccezionale partecipazione di pubblico.”

Per festeggiare la quindicesima edizione, il Festival di Pasqua è stato inaugurato nel cuore del centro storico di Roma, nella Basilica di San Lorenzo in Lucina con la Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini, una vera e propria “messa liturgica in musica”, con l’esecuzione originale (due pianoforti e armonium), a cura della Schola Cantorum dell’Università Popolare di Roma Upter in San Lorenzo in Lucina, diretta dal maestro Giovanni Gava, la partecipazione di prestigiosi solisti quali il soprano coreana Min Ji Kim, il mezzo soprano Sonia Lee, il tenore Carlo Savarese e il basso Giuliano Casali.

Il Festival ha proposto poi, nella Basilica dei Santi XII Apostoli, il tradizionale Concerto per la Domenica delle Palme. In programma l’Arte della Fuga di Bach, considerato il misterioso capolavoro della maturità del compositore tedesco, eseguito per l’occasione dal maestro Marco Silvi, uno dei più esperti organisti della “scuola romana”.

La rassegna si è quindi spostata nella Chiesa di Sant’Andrea della Valle, un gioiello dell’architettura barocca, con il concerto “Excelsium musicae”, con alcune delle più belle cantate “sacre” di Antonio Vivaldi (in collaborazione con il “Vivaldi Festival” in programma da quest’anno a giugno a Venezia), eseguita con strumenti originali dell’epoca dall’Orchestra Collegium Musicum diretta dal maestro Marco Silvi, con l’acclamata voce del soprano coreano Yasho Fujii.

Uno degli eventi musicali di maggiore rilievo di questa quindicesima edizione è stato senz’altro il Requiem di Mozart, nella Chiesa del Gesù, evento speciale promosso dal Fondo degli Edifici di Culto del Ministero dell’Interno in occasione del restauro della Cappella della Natività.

Il capolavoro di Mozart è tornato al Festival di Pasqua dopo dieci anni dalla sua prima esecuzione con artisti di fama internazionale contesi tra i più grandi teatri di tutto il mondo: il soprano Chiara Taigi, il mezzosoprano Anna Malavasi, il tenore Luciano Ganci, il baritono Gianluca Lentini, accompagnati dal Coro e dall’Orchestra Sinfonica del Festival di Pasqua, dall’Orchestra Benedetto Marcello diretta dal maestro del coro e maestro concertatore Antonella De Angelis.

La splendida Basilica di San Paolo dentro le Mura ha ospitato ancora un appasionante viaggio alla scoperta delle composizioni sacre di Vivaldi, con una delle specialiste della musica del celebre artista veneziano, il soprano Susanne Bungaard e il violoncellista “barocco” Matteo Scarpelli, accompagnati dalla Rome Baroque Ensemble, diretta dal maestro Lorenzo Tozzi.

Ancora grande musica, ma all’interno delle tradizionali funzioni liturgiche del Triduo Pasquale, nella Basilica di Santa Sabina all’Aventino con ben tre momenti di “elevazione spirituale”, come Sant’Agostino definiva la Musica Sacra: la Schola Cantorum ha eseguito i Mottetti Sacri di Giovanni Pierluigi da Palestrina, un classico della Musica Sacra utilizzati anche durante la tradizionale “Via Crucis” del Venerdì Santo.

Ha chiuso la programmazione del Festival di Pasqua per la Settimana Santa il tradizionale Concerto di Pasqua, domenica 8 aprile, nella Basilica dei Santissimi Dodici Apostoli, un concerto interamente dedicato ad Antonio Vivaldi e alla sua rarissima musica per controtenore, intitolato “In excelsis Deo”, eseguita dalla Roma Baroque Orchestra insieme al controtenore Mario Bassani, star della musica internazionale.

A completamento della quindicesima edizione del Festival di Pasqua si susseguiranno adesso tre eventi speciali.

Sabato 25 maggio alle ore 12 nella magnifica Cappella Giulia della Basilica di San Pietro, Mons. Pablo Colino, Prefetto della Musica Sacra della Basilica di San Pietro ed autentica autorità internazionale della Musica Sacra, dirigerà il suo eccezionale Coro dell’Accademia Filarmonica Romana per celebrare l’ambito traguardo del 15esimo anno di attività insieme.

Domenica 3 giugno alle ore 20.30 nella Basilica di Santa Maria sopra Minerva, per la prima volta nei programmi del Festival di pasqua, sarà eseguita la “Passio Caeciliae”, cantata sacra per soprano, voce recitante, coro e orchestra di Mons.Marco Frisina, uno dei protagonisti della musica sacra contemporanea in veste anche di direttore del Coro e dell’Orchestra del Festival di Pasqua.

Chiude la serie degli eventi speciali, martedì 3 luglio alle ore 20.00 (luogo da definire), il Concerto in omaggio a Papa Benedetto XVI con la straordinaria partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Simon Bolivar del Venezuela diretta dal maestro Gustavo Dudamel (trasmessa in diretta dalla Rai e dalle reti televisive internazionali con la regia televisiva di Enrico Castiglione) che eseguirà musiche di Mozart, Beethoven e Bernstein.

© Riproduzione Riservata

Commenti