Tutti abbiamo pronunciato almeno una volta quella parola ma se l’amore è una cosa meravigliosa in troppi si imbattono oggi nel mordi e fuggi. E allora è meglio…

il tema "spinoso" dei rapporti di coppia

Ecoregredite  al vintage , super blog addice, sempre con modelli iperaccessoriati e corteggiatissime dal marketing. Supergriffate, super impegnate, superattive. E’ questo il quadro delle donne di oggi.

Donne super con la vita raccontata nei post-it. Donne in carriera e sempre di corsa. Ma il vero problema qual è? E’ che noi donne, diciamolo siamo fastidiose. Siamo ingombranti. E mentre si vive in una “giungla”, la schiera di gente che preferisce restare nel suo perfetto status di individualità aumenta vertiginosamente.

E tutti, dico tutti, almeno una volta nella vita abbiamo pronunciato felicemente quella magica parolina: “single”. No single? No party! E ancora single bell… single is fabolous.


Single, una parola che spopola, uno status ormai. Ma se è vero che i film ci hanno insegnato “l’amore è una cosa meravigliosa” perché oggi si preferisce il rapporto mordi-e-fuggi?

Viviamo nel magico “mondo di Fantasia”, dove tutto è al contrario: uomini appiedati dal braccino corto che pur di non offrire una cena si trasformano in disertori; soggetti talmente addormentati da aspettare il bacio della principessa per svegliarsi mentre noi ci siamo trasformate in tante Lady Oscar.

Ma non solo, stiamo con i cugini dei puffi, poveri relitti che per non affondare come il Titanic devono necessariamente utilizzare la magica pozione dei Puffi: la mitica pillola blu che più la mandi giù e… più lo tira su! E allora dico tra braccini corti e viagra dipendenti, tra poveri Peter pan e bianconigli forse lo status di donne single rimane la scelta migliore e la più intelligente.

© Riproduzione Riservata

Commenti