Il presidente e la moglie Michelle verso la separazione. Lui avrebbe una relazione con Vera Baker, vendetta di lei con un agente segreto. Fine della corsa elettorale?

Barack Obama e Michelle LaVaughn Robinson

Un terremoto in arrivo negli Stati Uniti. La notizia, a dir poco clamorosa, è stata data dal The Globe, e se confermata avrebbe dell’incredibile: Barack e Michelle Obama sarebbero prossimi al divorzio. Proprio nel pieno della corsa elettorale che vale il secondo mandato presidenziale alla Casa Bianca uno scandalo rischia di travolgere la carriera del più importante politico del pianeta.

Ma ci sarebbe molto di più di una semplice separazione di cuore nelle dinamiche che stanno per emergere. I rapporti tra i due coniugi sarebbero tesi da parecchio tempo e alcuni giornali scandalistici danno per certo un tradimento perpetrato da Obama, con la sua collaboratrice Vera Baker, mentre Michelle si sarebbe già vendicata flirtando con un agente dei servizi segreti.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, sarebbe la difficoltà che Michelle ha nel rintracciare Barack: in particolare, poco tempo fa la first lady avrebbe chiamato il marito per tutta una giornata, non trovando risposta, e venendo poi richiamata solo a tarda notte. Da quel momento, l’idillio d’amore si sarebbe spezzato definitivamente.

Se così stanno davvero le cose, adesso, ben oltre il piano dei rapporti personali e sentimentali, sugli Stati Uniti sembra incombere una bufera di proporzioni neppure lontanamente immaginabili e Obama rischia di subire un colpo letale alla sua campagna elettorale, con i rivali repubblicani pronti ad approfittare del “Sexgate”.

“Sexgate”, atto secondo. Non sarebbe un inedito nella storia presidenziale americana. Obama come Clinton, il presidente in carica che tradì la moglie Hillary con la stagista Monica Levinsky. Ora la donna dello scandalo è Vera Baker.

Barack e Michelle si sono sposati nell’ottobre 1992 ed hanno avuto due figlie, Malia Ann (nata nel 1998) e Natasha, soprannominata Sasha, (nata nel 2001). Dopo l’elezione di lui al Senato degli Stati Uniti, la famiglia Obama ha scelto di non trasferirsi a Washington, D.C., sede degli uffici del marito, bensì di continuare a vivere nel South Side di Chicago, per restare fedeli alle proprie origini.

Il loro primo incontro è avvenuto, invece, quando Michelle lavorava come stagionale presso la società Sidley Austin. La loro relazione iniziò con un pranzo di lavoro e poi con un incontro per l’organizzazione di comunità in cui lui per la prima volta fece colpo su di lei. Il primo appuntamento della coppia fu per vedere il film di Spike Lee Do the Right Thing.

Durante la campagna elettorale che portò all’elezione di Barack Obama a Presidente degli Stati Uniti d’America, la first lady ha sostenuto in prima linea il marito con un ruolo mediatico e logistico di primo piano. Il resto è storia di queste ore.

Ora la sfida che attende Obama è quella provare a minimizzare e dimostrarsi credibile nel far credere che in fondo siano solo voci di gossip, pettegolezzi senza fondamento: una bolla di sapone insomma. Ma all’inizio anche Clinton aveva scelto anche questa strategia…

© Riproduzione Riservata

Commenti