Il regista bianconero in pressing sul difensore del Milan per convincerlo al clamoroso trasferimento: “è vero, ho parlato con Sandro ma ancora non posso dire di più” 

Alessandro Nesta

Nel presente c’è la lotta scudetto ma la Juventus guarda anche al futuro. Andrea Pirlo ha di fatto avviato la trattativa per strappare Alessandro Nesta al Milan. Il regista bresciano ha chiamato l’amico difensore, “Sì, l’ho sentito e gli ho parlato di Juve. Ma sono discorsi tra me e lui”.

In pratica Pirlo sta apparecchiando un altro colpo a costo zero per i bianconeri. E di mezzo c’è, curiosamente, sempre il Milan.

Che il centrale romano non sia tranquillissimo in rossonero lo dimostrano le parole rilasciate dopo l’eliminazione in Champions League. Nella zona mista del Camp Nou, Nesta ha chiaramente lanciato un grido di accusa ad alcuni compagni: “Io il mio a 36 anni l’ho fatto. Altri invece no”.

Parole vere, parole sincere. Ma Nesta è davvero un affare per la Juventus? Con le giuste premesse. sì. Di sicuro l’ex capitano della Lazio non può essere il futuro della difesa bianconera, per limiti anagrafici. E la sua tenuta non è quella del passato, come i suoi frequenti acciacchi attuali dimostrano.

Ma Nesta è ancora uomo da grandi partite. La doppia sfida con il Barcellona in Champions lo ha dimostrato. Quando le partite contano Nesta è sempre Nesta.

Il suo impiego deve essere dunque part time. Può fare da chioccia e far crescere Bonucci, per esempio. E scendere in campo in Europa, nei big match del campionato, senza però abusare del suo fisico ovviamente logoro. Un fuoriclasse da lanciare nella mischia le domeniche di bel tempo e nelle serate speciali. Un lusso che non tutti possono concedersi.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ARwLFBv5ABc[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti