Secondo le ricerche di due “figli” biologici, a Londra il responsabile di una clinica per la fertilità avrebbe fatto donazioni del suo sperma almeno 20 volte all’anno

Bertold Wiesner

Padre di 600 bambini per aver ripetutamente usato il proprio sperma nella clinica per la fertilità gestita con la moglie a Londra dall’inizio degli anni ’40 fino alla sua morte, avvenuta nel 1972.

E’ questa la storia, a dir poco incredibile, del biologo Bertold Wiesner, emersa dopo le ricerche condotte da due uomini nati nella clinica, che avrebbe fatto venire al mondo circa 1.500 bambini.

Le ricerche condotte da due figli del biologo hanno fatto emergere che Wiesner donò regolarmente il suo sperma dall’inizio degli anni ’40 fino alla metà degli anni ’60.

Uno dei protagonisti della ricerca, David Gollancz, avvocato di Londra, ha dichiarato alla stampa: “Una stima al ribasso è che dovrebbe aver fatto almeno 20 donazioni l’anno … ritengo quindi che possa essere responsabile di un numero di bambini che oscilla tra 300 e 600”.

Secondo i media britannici, il biologo avrebbe fornito il suo sperma alle partner di uomini sterili della classe media e alta, e le ricerche sulla clinica sarebbero state complicate dalla distruzione di tutti i documenti, di cui sarebbe stata responsabile la moglie del biologo, Mary Barton.

© Riproduzione Riservata

Commenti