Il Cavaliere ha deciso: cambia l’allenatore del Milan a giugno. Adesso l’obiettivo numero uno è l’indimenticato bomber olandese. Capello e Spalletti prime alternative

Marco Van Basten e l'ombra di Berlusconi

Ormai non è più un mistero che Max Allegri, nonostante il prolungamento del contratto fino al 2013, sia destinato ad essere licenziato a fine stagione da Silvio Berlusconi.

Il presidente rossonero non è contento del gioco che esprime la squadra e pertanto sta pensando di cambiare tecnico. Chiaramente sarebbe difficile cacciare Allegri in caso di vittoria dello Scudetto, ma siamo abituati a sorprese e il Cavaliere non è nuovo a queste imprese. Solo un miracolo potrebbe salvare il tecnico toscano dall’addio alla panchina del diavolo.

In cima alla lista di Berlusconi c’è un nome che affascina molto già da anni, ed è quello di Marco Van Basten. Il n.1 di Via Turati non ha mai nascosto l’apprezzamento verso l’indimenticato Cigno di Utrecht e sogna di vederlo sulla panchina del suo club.

Anche qui c’è un problema però: l’olandese ha già firmato un accordo con l’Heerenveen pertanto la strada non sembra semplice ma si sa che quando il Milan chiama diventa inevitabile rispondere. Ritrovarsi si può, tanto più dopo una storia d’amore come quella che ha legato Van Basten ai rossoneri e al presidente.

Un allenatore totalmente libero è Fabio Capello, che alla guida del Milan ci è stato in due occasioni e potrebbe essere convinto da Berlusconi a tornare se venisse convinto dal progetto.La prima volta fu un trionfo, la seconda un fallimento. Don Fabio rischierebbe?

Altra ipotesi è Luciano Spalletti, ora allo Zenit ma che in Italia ha fatto benissimo con la Roma che ha portato ad un passo dallo scudetto. I russi non vorrebbero liberarlo.

Infine, ci sarebbe Pep Guardiola. Il gioco che esprime il Barcellona piace molto al Cavaliere, che si è recato personalmente negli spogliatoi per complimentarsi con lui al termine di Milan-Barcellona. Guardiola è però legato ancora contrattualmente ai catalani, quindi per la prossima stagione stagione è improbabile vederlo sulla panchina rossonera.

Ecco perchè nel libro del destino è scritto che sia Marco Van Basten a riprendersi il Milan e un pezzo di quell’avventura in rossonero che gli è stata tolta da giocatore.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IAV2snoyyds[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti