Branca: “ne riparliamo tra due mesi”. Ma il bad boy del City è già sulla rotta dei nerazzurri. Ok di Stramaccioni e Moratti. La fidanzata in pressing per il rientro in Italia

Mario Balotelli

Mario Balotelli? Credo che ci sarà tempo di parlarne tra uno o due mesi”. Con queste parole il direttore dell’area tecnica dell’Inter, Marco Branca, risponde sul possibile ritorno dell’attaccante.

Fino a qualche mese fa una seconda avventura all’ombra della Madonnina sembrava potersi avverare solo con un passaggio al rossonero e c’era anzi il Milan in agguato, ma le ripetute visite ad Appiano Gentile e le indiscrezioni sulla volontà di Massimo Moratti di fare una pazzia ( Gasperini ha raccontato che ad agosto ci fu la possibilità di una trattativa con il City) hanno riportato a galla le voci sul definitivo rientro di SuperMario alla base.

Ceduto due stagioni fa agli sceicchi per 28 milioni di euro, ha confermato in Inghilterra pregi e difetti già evidenziati in Serie A: un fenomeno tecnicamente e alteticamente, ma anche un protagonista dei tabloid e un rompi­scatole in gruppo. A spingere per un ritorno in Italia e dunque a Milano è la fidanzata Raffaella Fico.

A Milano troverebbe compa­gni pronti a riaccoglierlo a braccia aperte e tifosi che vedono in lui un errore di mercato a cui porre rimedio, dall’altra parte della barri­cata c’è chi è andato molto vicino a prenderlo per il collo ( Lucio e Milito negli spogliatoi dopo la semifinale di Champions’ League tra Inter e Barcellona del 2010) e una frangia della Curva che ancora non gli perdona l’aver lancia­to la maglia a terra al termine della stessa gara, oltre all’aver posato con una casacca del Milan in un vecchio servizio per “Striscia la Noti­zia”.

Il patron nerazzurro, Massimo Moratti, più di una volta ha confessato che riprenderebbe volentieri Balotelli, inoltre l’Inter è agevolata da una clausola contrattuale che prevede, in caso di cessione, l’obbligo per il City di avvisare l’Inter, la quale ha il diritto di pareggiare eventuali offerte. Offerta che potrebbe essere di 30-35 milioni, allo stato attuale.

Andrea Stramaccioni, che potrebbe restare in panchina anche per la prossima stagione, non ha dubbi sull’uomo dal quale farebbe ripartire la sua Inter: “Mario rappresenta un patrimonio del Manchester City e del calcio italiano. Non è un mio giocatore, ma pur essendo un mio giocatore, sono concentrato sui miei 24 e un pochino su quelli del Cagliari.

Non è una novità poi che Supermario abbia un rapporto un po’ conflittuale con gli altri giocatori del City, discute spesso (ultimo episodio la lite in campo con Kolarov e Kompany per tirare una punizione) tanto che De Jong ha dichiarato: «Certe volte si comporta da genio, altre da idiota».

Alla luce di questi indizi, si spiega anche la «carrambata» che Balotelli ha fatto alla Pinetina durante la presentazione del neo allenatore Stramaccioni, ripresa in diretta da tutte le televisioni collegate in sala stampa. Un messaggio subliminale del tipo: «Rieccomi ragazzi, tra poco sarò di nuovo con voi».

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=C64KmicMoMM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti