L’undici di Conte a -2. Partenopei ko 3-0, stanchi e mai in partita. Decidono Bonucci, Vidal e l’ex Quagliarella  

Arturo Vidal

La Juve è a -2 dal Milan. La squadra di Conte supera 3-0 nel posticipo un Napoli che non scende neppure in campo. In gol Bonucci, Vidal e Quagliarella e i bianconeri accorciano le distanze dai rossoneri primi in classifica.

La squadra di casa approfitta di una serata da dimenticare per il Napoli, che fallisce l’occasione di recuperare terreno in chiave Champions dopo una partita giocata senza benzina nelle gambe, per le fatiche della stagione.

La Juve trova il vantaggio sempre sugli sviluppi di una palla inattiva: in mischia e, forse leggermente al di là dei difensori, Bonucci di ginocchio trova la deviazione vincente su tiro di Vucinic. Esplode di gioia lo Juventus Stadium, esulta Conte. Lichsteiner, già ammonito, rischia di rovinare la serata con una simulazione sulla trequarti che poteva costargli il secondo giallo: Orsato lo grazia. Con la Juve che gioca sulle ali dell’entusiasmo, il Napoli non ha la forza per reagire, nonostante le mosse di Mazzarri che fa entrare Pandev e Dzemaili al posto di Inler e Hamsik. Conte richiama Lichsteiner e Borriello e concede spazio a Caceres a Quagliarella.

Ma è l’inesauribile Vidal a trovare il raddoppio, con un potente sinistro che non lascia scampo a De Sanctis dopo una serie di finte e doppi passi su Campagnaro. Poi è proprio il grande ex della partita Quagliarella, dopo aver provato una spettacolare conclusione da metà campo, a segnare il gol che chiude la contesa. Nel finale, con in campo anche Del Piero, Zuniga si fa espellere per una gomitata a Chiellini. La rivincita il 20 maggio a Roma, nella finale di Coppa Italia.

© Riproduzione Riservata

Commenti