L’attaccante del Palermo a giugno sarà dei partenopei: i dettagli di una trattativa iniziata già la scorsa estate

Abel Hernandez

Doveva arrivare nella città del Vesuvio già la scorsa estate, poi i giochi di mercato lo hanno portato a restare a Palermo e a Napoli è sbarcato Goran Pandev.

Abel Hernandez a giugno si trasferirà al Napoli. La società partenopea e il Palermo hanno già trovato un accordo di massima. E c’è stata una stretta di mano tra Aurelio De Laurentiis e Maurizio Zamparini.

La stagione dell’uruguaiano fin qui ha fatto registrare più bassi che alti, complice il brutto infortunio rimediato nel girone di andata contro il Bologna e domenica proprio al Dall’Ara tornerà a guidare l’attacco rosanero. La Joya è rientrata a Cagliari, poi un nuovo stop; adesso, nel rush finale di campionato, Hernandez vuole accelerare per lasciare un ricordo positivo ai tifosi siciliani.

Anche Roma e Fiorentina avevano effettuato dei sondaggi per Hernadez ma il Napoli ha bruciato la concorrenza, puntando su di lui con l’obiettivo di ripetere l’affare fatto a suo tempo sempre con il Palermo per Edinson Cavani. Sono lontani i fasti di quando l’Arsenal si vide rifiutare per Hernadez un’offerta da 18 milioni di euro (parola di procuratore) e il Napoli chiuderà l’affare per una cifra non superiore ai 10 milioni.

C’è il via libera di Mazzarri che nell’estate 2011 aveva immaginato di fare con Hernandez lo stesso lavoro di maturità tecnica e tattica che ha svolto su Cavani.

Quattro gol, con due rigori, sono troppo pochi per uno come Hernandez e chi capisce di calcio sa che il talento di questo attaccante potrebbe definitivamente esplodere sotto il Vesuvio. Solo gli infortuni, la sfortuna e un pò di indisciplina tattica, hanno sinora frenato il volo definitivo della Joya. Palermo lo ha cresciuto, Napoli lo attende.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=3I–Lj-4bTI[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti