Al Massimino finisce 1-1. Rossoneri furiosi per un gol fantasma: +5 sulla Juventus che domani sfida il Napoli

Robinho

Dopo il rocambolesco pareggio strappato in extremis a Napoli, il Catania ferma al “Massimino” il Milan. La squadra di Montella risponde a un gol di Robinho, trova il pari con Spolli e se la gioca a viso aperto, rischia di perdere ma crea anche le occasioni per vincere.

C’è spazio anche per reciproche proteste: il Catania per un gol annullato (fuorigioco millimetrico di rientro di Borghessio che poi fa l’assist per la rete annullato), il Milan per un pallone scagliato da Robinho salvato sulla linea: dal replay pare che il pallone abbia varcato anche se di pochissimo la linea bianca. Decisione però difficile. Allegri con il punto conquistato sale a +5 sulla Juve che domani è attesa al big match del San Paolo contro il Napoli. I rossoneri invece pensano al ritorno di Champions contro il Barcellona: in Spagna però ci vorrà un diavolo diverso migliore di quello visto oggi.

Catania all’attacco in avvio, ma la prima occasione da gol è del Milan: al 7′ Emanuelson solo davanti al portiere sciupa. Al 17′ pericoloso anche Ibrahimovic, ma Carrizo si salva con un piede. Il Catania risponde al 20′ con un colpo di testa di Bergessio di poco sopra la traversa.

Al 34′ Milan in vantaggio: assist di Ibrahimovic al limite dell’area per Robinho, che controlla e di destro infila Carrizo. Il Catania prova a reagire e al 37′ Gomez con un gran tiro dal limite colpisce la traversa. Squadre al riposo con il Milan in vantaggio 1-0.

In avvio di ripresa annullato un gol al Catania per fuorigioco: sembra un offside di rientro di Borghessio che poi nel seguito dell’azione serve il pallone per il gol di testa di Gomez. Padroni di casa in pressing alla ricerca del pareggio. Al 51′ punizione di Bergessio a lato. Catania sempre all’attacco nella prima parte della ripresa.

Al 56′ il Catania pareggia con Spolli. Al 63′ tiro di Almiron alto. Il Milan vicinissimo al raddoppio con Robinho al 65′, ma la difesa del Catania salva sulla riga a portiere battuto: la palla sembra non superare totalmente la riga, ma i rossoneri protestano. Al 67′ ancora un destro di Almiron dalla lunga distanza alto. Al 76′ colpo di testa di Mexes, para Carrizo sulla linea. Al 79′ è Ibra in diagonale che mette i brividi al Catania: palla fuori di poco. Forcing finale del Milan, ma l’occasione per vincere capita al Catania: Antonini stoppa la conclusione di Izco.

Allegri analizza la partita e non le manda a dire: «Abbiamo avuto dieci mini di blackout e abbiamo anche pagato un paio di decisioni contrarie. La cosa che mi dispiace è che noi non abbiamo mai discusso per fuorigoco, rigori ecc e i risultati si vedono. Se Marotta da Torino solleva il problema arbitri lo faccio anch’io: abbiamo subito decisioni sfavorevoli con Lazio, Juventus, Fiorentina e Catania. Gli altri protestano ma i più penalizzati siamo noi. A Torino devono tacere, basta ricordare il gol di Muntari che poteva decidere il campionato. Se la Juve brontola, brontoliamo anche noi. Io vorrei tenere tranquilli gli arbitri, poi apro il giornale e leggo che Marotta ancora protesta e allora non ci sto».

A fine partita furioso Adriano Galliani. L’ad rossonero commenta: «Succedono cose incredibili ai nostri danni, siamo molto preoccupati, ancora una volta non ci hanno concesso un gol valido».

Montella non entra nelle polemica ma mette qualche puntino sulle ”i”: «Non ho rivisto gli episodi discussi, ma non li ho mai commentati anche in passato, mi sono posto questo obiettivo a inizio carriera e lo mantengo. C’è stato un episodio dubbio anche ai nostri danni, ma non lo commento. Ho visto una bela partita con due squadre che hanno cercato di vincere dall’inizio alla fine. Bene il Catania nei primi 15′ poi meglio il Milan, nel secondo tempo abbiamo alzato i ritmi e potevamo anche segnare il 2-1, il Milan è tornato alla carica nel finale, ma al 90′ l’ultima chance l’abbiamo avuta noi. Comunque sono contento così”.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xpthh8_catania-1-1-ac-milan_sport[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti