E’ di nuovi tensione tra India e Italia: accolto l’appello dei parenti, sconfessata autorizzazione in primo grado

i due marò italiani ancora bloccati a Kerala

L’alta corte del Kerala ha rinviato fino al 2 aprile il rilascio della nave italiana Enrica Lexie, bloccata al largo del porto di Kochi dal 15 febbraio in relazione alla vicenda dei due marò, accusati dell’omicidio di due pescatori indiani. Lo riporta il quotidiano Times of India.

La decisione è stata presa da una sezione di appello, che ha accolto l’appello dei familiari dei due pescatori deceduti, Valentine Jelestine e Ajesh Binki.

Il provvedimento ha così bloccato l’autorizzazione di ieri alla partenza della petroliera italiana, concessa da un giudice di primo grado a condizione che gli armatori della petroliera, a capo della società Dolphin Tanker, si rendessero disponibili a testimoniare come e quando richiesto.

Oggi i giudici d’appello hanno invece dichiarato di “non essere soddisfatti” delle condizioni, aggiungendo che intendono riesaminare il dossier rimandando il caso a lunedì prossimo.

I marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono stati arrestati e incriminati per omicidio; sono detenuti nel carcere centrale di Thiruvananthapuram. Domenica il sottosegretario al ministero degli Esteri italiano, Staffan De Mistura, ha in programma un viaggio in India per incontrare Latorre e Girone in carcere.

© Riproduzione Riservata

Commenti