Deciso a chi spettano i beni della cantante britannica: ma in 5 anni aveva sperperato l’80% del patrimonio

Amy Winehouse

Il dado è tratto. Amy Winehouse avrebbe lasciato la sua intera eredità agli amati genitori, ovvero Mitch e Janis. A detta del britannico Sun i 4,257,580 di sterline rimasti sul conto di Amy si sono ridotti a 2,944,554 sterline dopo il pagamento di tasse e debiti.

Conti alla mano si tratta di circa 5 milioni di euro, dai quali bisogna escludere i diritti futuri sulla discografia della cantante, su cui Blake-Fielder Civil, ex marito della cantante, non potrà mai metter mano.

Mancando un “testamento”, il patrimonio è finito ai parenti più stretti di Amy, ovvero i due genitori, con il tanto criticato e contestato Blake rimasto a bocca asciutta. Solo fino a pochi anni fa il patrimonio della Winehouse valeva il doppio, se non il triplo, ma in meno di un quinquennio la cantante è riuscita a sperperare l’80% del conto in banca, tra investimenti sbagliati, eccessi e vacanze infinite.

“Non ci sono molte ventisettenni che scrivono le proprie volontà, e anche Amy non l’ha fatto. Se Amy avesse scritto un testamento, anche a Blake sarebbe stato lasciato qualcosa. Non denaro, forse un investimento. Amy lo amava ancora quando è morta, ma per come stanno le cose, saranno invece Mitch e Janis ad avere la sua eredità”. Queste le parole di una fonte, riportate dal tabloid britannico, per una fortuna che andrà probabilmente ad aiutare la Amy Winehouse Fondaution, creata da papà Mitch subito dopo la morte della figlia.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_OFMkCeP6ok[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti