Una donna racconta di aver incontrato l’imprenditrice scomparsa Gello di San Giuliano Terme il 13 gennaio

Roberta Ragusa

Ore frenetiche sul caso di Roberta Ragusa, l’imprenditrice di Gello, provincia di Pisa, scomparsa ormai dal 13 gennaio scorso.

Rivelazioni e smentite si susseguono. Carabinieri del comando provinciale di Pisa ritengono non attendibile la testimonianza di una conoscente che stamani ha riferito di aver visto la Ragusa vestita di nero, vicino casa, il 19 marzo scorso.

“Quella è Roberta, la conosco bene perché ha fatto le medie con mia famiglia”, dice la testimone, che ha dichiarato di aver riconosciuto in una donna incrociata casualmente lo scorso 19 marzo, Roberta Ragusa. In realtà, secondo i militari, la donna avrebbe scambiato Roberta con la dipendente di uno studio legale della zona, che in effetti assomiglia molto alla 45enne scomparsa.

La testimone abita a Vecchiano e ha rilasciato, poco dopo essersi presentata dai carabinieri, un’intervista a TgCom 24, ripresa di spalle. “Andavo a prendere mia figlia all’asilo in macchina, ho incrociato questa donna tutta vestita di nero, e ho detto: quella è Roberta”, racconta la donna. “La conosco bene perché ha fatto le medie con mia famiglia, l’ho chiamata dalla macchina, si è girata, mi ha guardato e senza dire niente è entrata in un cancello. Sono andata dai carabinieri e ho detto quello che ho visto”.

Davanti alla casa di Roberta Ragusa, – racconta La Nazione – si è formato un assembramento di fotografi, cameramen e giornalisti dopo l’annuncio di una possibile svolta fatto oggi dai carabinieri. Nessuno della famiglia di Roberta Ragusa ha però voluto commentare e solo il suocero, Valdemaro Logli, rispondendo al citofono alle domande dei giornalisti, ha detto: ”Meglio così”.

Nessun commento invece da parte del marito, Antonio Logli, finora unico indagato per omicidio volontario. Neppure il suo legale, Roberto Cavani ha voluto commentare la notizia, spiegando all’Ansa, ”di non avere ricevuto alcuna informazione da parte degli inquirenti, ma di averlo appreso dai giornalisti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti