Il Comune del quale era stato sinora sindaco Vittorio Sgarbi “commissariato”. Lo stesso iter per Racalmuto

Vittorio Sgarbi

Su proposta del Ministro dell’interno Annamaria Cancellieri, il Consiglio dei ministri ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Pagani (Salerno), di Gragnano (Napoli) , di Bova Marina (Reggio Calabria), di Plat (Reggio Calabria), di Leinì (Torino), di Salemi (Trapani), fino a poco fa amministrato dal critico d’arte Vittorio Sgarbi e di Racalmuto (Agrigento), paese natale di Leonardo Sciascia.

«Per tutti i Consigli comunali – si legge in una nota del Governo – lo scioglimento è stato disposto ai sensi della normativa antimafia.

Con particolare riferimento ai due Consigli comunali siciliani, il Consiglio dei Ministri ha ascoltato l’intervento dell’assessore alle autonomie locali della Regione siciliana, Caterina Chinnici, che ha portato a testimonianza sia la propria esperienza istituzionale, ribadendo l’impegno nella lotta alla criminalità organizzata, sia la propria esperienza umana, in quanto figlia di un magistrato ucciso dalla mafia».

© Riproduzione Riservata

Commenti